Tejas, tutti i numeri del caccia costruito in India

Tejas, tutti i numeri del caccia costruito in India

Hindustan Aeronautics (HAL) ha consegnato all’aeronautica indiana il primo caccia “light combat” (LCA-SP1) costruito in India. Il velivolo, sviluppato dall’Aeronautical Development Agency (ADA) e costruito da HAL, si chiama “Tejas” e – stando a quanto riportato dalla stampa internazionale – dovrebbe conseguire la piena operatività entro la fine di quest’anno. Già utilizzato dalla IAF per l’addestramento dei piloti, il caccia ha avuto una lunga gestazione, dato che per svilupparlo ci sono voluti oltre 30 anni. Lanciato negli anni ’80 per rimpiazzare il russo MiG-21, che uscirà definitivamente di scena nel 2017, l’LCA ha subito notevoli ritardi a causa degli elevati costi di sviluppo. Per costruire 15 tra prototipi e velivoli di pre-produzione sono stati spesi circa 2,75 miliardi di dollari.

IL RAMP-UP DI PRODUZIONE

Intento dell’aeronautica indiana è quello di avere in flotta 200 caccia monoposto e 20 biposto per l’addestramento, mentre la marina ne attende 40 nella variante navale. Secondo quanto dichiarato da industria e difesa, HAL produrrà inizialmente 6 caccia all’anno, con l’obiettivo di arrivare a costruire 20 aerei entro il 2018, quando sarà operativo il primo Squadron della IAF equipaggiato con il caccia. Successivamente si arriverà a 16 LCA costruiti ogni anno. L’aeronautica ha in mente di avere tra i 10 e i 14 Squadron, dotati di 21 Tejas ciascuno.

RINVIO AD APRILE PER IL RAFALE

Secondo Defence-update, sebbene il Tejas venga presentato come un caccia totalmente indigeno, Hindustan Aeronautics avrebbe ammesso che – contrariamente a quanto annunciato all’avvio del programma -, talune componenti non sarebbero di produzione indiana e che di home made ci sarebbe il 60% dell’intero sistema. In particolare, sarebbero di produzione estera le cosiddette “parti pregiate”, ovvero motore, parte dell’avionica e i sistemi d’arma che andranno a equipaggiare il caccia. Sul fronte Rafale. invece, il contratto con Dassault Aviation per l’acquisizione di 126 caccia una decisione è ora attesa ad aprile, dopo le visite ufficiali che il primo ministro Narendra Modi effettuerà in Francia e Germania.

ultima modifica: 2015-01-26T12:00:36+00:00 da Michela Della Maggesa

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: