È stata presentata oggi a Roma la mostra fotografica La Grande Guerra: l’altro volto del coraggio. La Croce rossa negli scatti inediti di Thomas Ashby. La mostra è realizzata dall’Ambasciata Britannica in collaborazione con la British School at Rome (Bsr) e il patrocinio della Croce rossa italiana e trae spunto dalla straordinaria collezione fotografica di Ashby, archeologo e topografo inglese e Direttore della British School at Rome ai tempi della Prima Guerra Mondiale, conservata presso l’Archivio della Bsr.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELLA MOSTRA

GLI OBIETTIVI

La mostra, che rientra tra le iniziative ufficiali per il Centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha l’obiettivo di ricordare la ricorrenza di un doloroso conflitto attraverso il richiamo alle tematiche della cooperazione umanitaria tra Italia e Regno Unito, della non violenza e dell’obiezione di coscienza.

GLI SCATTI

Venticinque fotografie inedite e digitalizzate per l’occasione, rappresentano diverse scene del lavoro svolto dalla Croce rossa sul fronte italo-austriaco, dove Ashby, obiettore di coscienza, operava come volontario per la stessa organizzazione umanitaria. Quattro contributi fotografici tra quelli esposti provengono dall’Archivio storico centrale della Crie ritraggono momenti di particolare significato dell’intervento della Croce rossa italiana durante il conflitto: la trasformazione del Quirinale in ospedale, che il 16 luglio 1915, per volere dei Sovrani, venne adibito ad “Ospedale territoriale n. 1”, impiantato nell’appartamento principale del Palazzo Reale e affidato alla Croce rossa italiana; l’ambulanza fluviale, utilizzata durante il conflitto per il trasporto dei feriti nelle retrovie; il Posto Medico Avanzato; il Refettorio dell’Ospedale Territoriale di Camerlata.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELLA MOSTRA

LE PAROLE DI PRENTICE

Per l’ambasciatore britannico in Italia, Christopher Prentice, intervenuto in occasione della conferenza stampa di presentazione della mostra alla Galleria Doria Pamphilj, il progetto “si inserisce con originalità e coraggio nel ricco programma di iniziative per la commemorazione, sia in Italia che nel Regno Unito, del Centenario della Prima Guerra Mondiale. Vogliamo in questo senso ricordare e valorizzare l’impegno di tantissimi uomini e donne che hanno servito la causa della pace con passione, dedizione e spirito di sacrificio. Loro rappresentano l’altro volto del coraggio”.

IL RUOLO DELLA CROCE ROSSA

Come Croce rossa italiana – ha aggiunto la vice presidente della Cri, Anna Maria Colombanisiamo fieri di mostrare attraverso la profondità di questi scatti fotografici il prezioso intervento della nostra associazione durante la Grande Guerra. Questa mostra è un viaggio storico-culturale che oltre a stimolare riflessioni e importanti approfondimenti su uno dei periodi più tragici del nostro passato recente, non mancherà di suscitare emozioni e commozione, valorizzando ‘l’altro volto del coraggio’, quello di chi la guerra la combatte senza armi, ma mettendo la propria vita a disposizione dei vulnerabili”.

COME VISITARLA

La mostra, itinerante, sarà accessibile gratuitamente al pubblico dal 22 maggio al 6 giugno presso la Galleria Doria Pamphilj (in via del Corso 305) e dal 18 al 27 giugno presso lo spazio polifunzionale della Sala Santa Rita (in via Montanara) a Roma. Diverse altre location in tutta Italia sono attualmente in fase di definizione per ospitare la mostra durante il periodo estivo. Dal 1 al 3 ottobre la mostra verrà infine allestita nella Certosa di Pontignano (Siena), in occasione della XXIII edizione del convegno italo-britannico di Pontignano, al quale si potrà accedere su invito.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO DELLA MOSTRA

Condividi tramite