L’arte monta sulle due ruote: ed ecco una moto Bmw tatuata

L’arte monta sulle due ruote: ed ecco una moto Bmw tatuata

Bmw R nineT si veste di tatuaggi: Marco Manzo realizza una particolare moto dalla livrea tatuata, quella celebrativa dei 90 anni di Bmw Motorrad.

Dopo la performance “Tattoo d’Haute Couture” al Museo Maxxi di Roma lo scorso primo febbraio, il mondo dei tatuaggi “torna in sella” e l’artista Manzo presenta una customizzazione capace di vestire in modo alternativo la silhouette della nuova Bmw R nineT. Simbolismo tattoo e dettagli preziosi: forcelle, cerchioni, mascherine, copri punterie e i pannelli laterali del serbatoio sono in foglia d’oro.

Il frontale è stato rivisitato aggiungendo un secondo faro in verticale, mentre finiture di colore nero e oro scolpiscono le curve. Grazie ad una particolare pellicola spray rimovibile, i due parafanghi e il serbatoio assumono una colorazione dark opaca sulla quale, con una minuziosa tecnica manuale di lavorazione a rilievo realizzata da infinite e minuscole gocce color oro, è stato creato dall’artista un unico tatuaggio che corre per tutta la lunghezza della moto e che crea uno stile ornamentale quasi ipnotico ed etnico. L’esercizio di stile di Manzo prosegue con una serie di dettagli come, per esempio, la sella monoposto modificata in stampa pitonata con cuciture dorate e i cerchi caratterizzati da un prezioso effetto a contrasto nero-oro. Le manopole sono in pelle, il porta-targa è stato spostato lateralmente, gli indicatori di direzione sono stati sostituiti da led, mentre quelli posteriori sono stati collocati al di sotto della sella. La strumentazione è sollevata per alloggiare il secondo faro ed è stato aggiunto un parafango posteriore in resina.

E Manzo ha avuto libertà totale: “Mi è stato permesso di agire grazie ad un lavoro sinergico con Bmw Motorrad Roma. Il risultato è un esempio di opera d’arte tattoo unica nel suo genere, ammirabile su strada ed in continuo movimento”. Manzo è docente nei corsi professionali in materia di igiene sul lavoro e tecnica di tatuaggio, da sempre il suo studio è stato ritenuto uno dei più tecnologici e all’avanguardia rispetto ai canoni di igiene e sicurezza del settore. Oggi è considerato il precursore dello stile ornamentale, maestro del tribale e dello stile 3d.

ultima modifica: 2015-06-04T18:06:24+00:00 da Gianfranco Ferroni

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: