Le Punture di Spillo di Giuliano Cazzola

In una recente trasmissione televisiva il sottosegretario Ivan Scalfarotto, a prova della validità del quadro istituzionale previsto dalla legge Boschi, ha sostenuto che, se esso fosse stato operante, la legge contro l’omofobia – già approvata dalla Camera, ma ferma al Senato – sarebbe già in vigore. E se questo fosse un ulteriore argomento per votare NO nel referendum d’autunno?

++++

In occasione dello storico referendum abrogativo della legge sul divorzio (l’espressione di voto era invertita rispetto a quella richiesta nella consultazione d’autunno) il fronte del NO (a difesa della legge) affisse in tutta Italia un manifesto che conteneva una bella fotografia di un bambino ed una scritta: ‘’Ti mostreranno la foto di tuo figlio per farti votare come vuole Almirante’’. Giorgio Almirante era il leader del Msi, il partito neofascista, escluso dal c.d. arco costituzionale, in quell’occasione contrario alla legge sottoposta a referendum popolare. Suggerirei, oggi, ai Comitati per il NO di imitare quell’operazione mediatica, predisponendo un manifesto con la foto di Maria Elena Boschi in tutto il suo splendore, con il testo seguente: ‘’Ti mostreranno la foto della Boschi per farti votare come vuole Renzi’’. Absit iniuria verbis, naturalmente.

++++

‘’Deutsche Bank indagata dai magistrati di Trani. Manipolò la vendita di BTP’’. No, non è il titolo di una vignetta, ma di un quotidiano autorevole come la Repubblica. Più o meno il medesimo titolo era su tutti i giornali. Facciamoci pur sempre riconoscere.

++++

Alla domanda: “Secondo lei, una parte della magistratura vuole davvero fermare Renzi?’’, Fabrizio Cicchitto, su QN, ha risposto: «Mi sembra francamente evidente. E lo fanno con gli strumenti che hanno a disposizione. D’altra parte, la linea di Davigo si colloca chiaramente nel solco dell’antipolitica». Che cos’altro aggiungere?

++++

Fausto Bertinotti si è rivolto a CL. Don Giussani si rivolta nella tomba.

Condividi tramite