Skip to main content

I buchetti dell’Inps

Il CorSera di ieri pubblica in piccolo (a pag. 37) una notizia che per noi di Leonida rappresenta la conferma di quello che stiamo sostenendo dal 2014. Ossia che l’Inps appare incapace di “recuperare” crediti per svariate decine di miliardi.

Ecco la notizia:”La commissione parlamentare di controllo sulle attività degli Enti di Previdenza obbligatoria – nella relazione sui bilanci Inps – segnala la possibilità che – su un carico di riscossioni crediti affidato dall’Inps ad Equitalia, pari a ben 141,1 miliardi di euro – è possibile che non giunga mai a riscossione un importo totale di 90 miliardi di euro”. Ossia più della metà.

Si tratta, ovviamente, di soldi dovuti all’Inps, da diversi soggetti, per contributi sul lavoro. Che, però, secondo la Commissione, si rischia seriamente di non recuperare nella loro interezza, con ovvio buco di bilancio Inps.

Non solo ma la stessa Commissione sottolinea che “l’accantonamento per la copertura delle mancate riscossioni rischia di essere insufficiente, rispetto al trend di crescita delle mancate riscossioni”. La Commissione, quindi, “invita l’Inps a chiarire, fin dal prossimo bilancio, in termini di veridicità delle scritture contabili, l’entità e l’incidenza sul passivo di bilancio, del complesso delle entrate delle contributive non ancora dichiarate formalmente inesigibili”.
La posizione della Commissione è stata assunta all’unanimità.

IL COMMENTO DEI LEONIDA

Sono almeno 2 anni che NOI 300 di Leonida, studiando i bilanci Inps 2013 e 2014, sosteniamo che si tratta di bilanci poco chiari, poco trasparenti, con “cifre ballerine” e con un assurdo miscuglio tra spese assistenziali e spese previdenziali pure.

Adesso abbiamo avuto la conferma che le nostre opinioni erano esatte e che, in questi anni, l’Inps non è riuscito a farsi versare il dovuto da una serie di soggetti,
che peraltro l’Inps conosce, visto che ha incaricato Equitalia al recupero di questi crediti.

Al proposito, anche noi, ci permettiamo di chiedere a Boeri ed all’attuale Direttore generale Inps alcune cosette.
1) Da quanto tempo l’Inps ha maturato questi crediti e qual e’ stato il loro valore, anno dopo anno, dal 2008 ad oggi?
2) In che parte del bilancio Inps (in quale voce del bilancio Inps) detti crediti sono esplicitati?
3) Da quanti anni Equitalia ha avuto il compito di recuperare questi crediti?
4) Perché non è stato reso pubblico l’elenco degli evasori dei contributi sul lavoro?

Ancora, noi Leonida ci permettiamo di chiedere a Renzi se lui o qualcuno dei suoi (esempio Nannicini) hanno chiesto lumi al proposito all’esimio Prof. Boeri che, invece di sistemare i conti Inps, passa il suo tempo a fare attività politica, scrivendo ddl che non gli competono.

Ancora, noi Leonida chiediamo alla Corte dei Conti se non ritenga doveroso un Suo intervento, sul tema.

Infine, il bilancio Inps 2015 sarà, una volta per tutte, trasparente al 100%? Se non lo fosse, qualcuno (oltre a noi) deciderà, speriamo, di intervenire.

A nome dei 300 di Leonida (che ora sono 687)

×

Iscriviti alla newsletter