Nuova tappa per il Balletto della Scala. Dopo i successi raccolti in Cina, comincia la trasferta in Giappone, in occasione della celebrazione dei 150 anni dell’apertura delle relazioni diplomatiche tra Italia e Giappone. Dopo Tianjin, Shanghai e Canton, il balletto torna a Tokyo con “Don Chisciotte” di Rudolf Nureyev al Teatro Bunka Kaikan dal 22 al 25 settembre. Inoltre, il rapporto è reciproco: la relazione della Scala con il Giappone hanno portato a una regolare presenza a Milano del Tokyo Ballet, una delle più importanti compagnie internazionali.

Le avventure di “Don Chisciotte” e del compagno Sancho Panza descritte da Miguel de Cervantes si incrociano per dare vita a una storia d’amore raccontata dalla danza. Sulle note di Minkus la giovane Kitri e il barbiere Basilio coroneranno il loro sogno. Sul palco scenico il regista David Coleman dirige la Tokyo City Philharmonic Orchestra. Insieme ai primi ballerini Nicoletta Manni e Claudio Coviello ci saranno Elisa Badenes,  Leonid Sarafanov,  Maria Kochetkova e Ivan Vasiliev.

La Ballerina di Strada sarà interpretata da Vittoria Valerio, poi Maria Celeste Losa, mentre il Torero Espada sarà danzato da Marco Agostino e Christian Fagetti. La Regina delle Driadi sarà Nicoletta Manni, poi Virna Toppi e Antonina Chapkina. Amore sarà interpretato da Antonella Albano, Daniela Cavalleri, Agnese Di Clemente; lo Zingaro da Antonino Sutera e Fabio Saglibene; la Damigella d’Onore da Virna Toppi poi Maria Celeste Losa e Alessandra Vassallo; le due Amiche di Kitri saranno Denise Gazzo con Lusymay Di Stefano, Alessandra Vassallo con Christelle Cennerelli.

Condividi tramite