La terra non è solo il luogo delle tradizioni e delle radici: è un veicolo fondamentale per avviare un’attività imprenditoriale moderna“. E’ questo il messaggio fondamentale lanciato dal deputato Pd e componente della commissione Agricoltura della Camera dei Deputati Nicodemo Oliverio nel corso dell’evento di presentazione del rapporto curato da Ismea e Svimez sull’agricoltura nel Mezzogiorno che si è svolto a Montecitorio lo scorso 21 febbraio.
Il dossier ha messo in luce le grandi potenzialità di questo settore, in grado di trainare l’economia del Sud Italia. Ecco alcuni numeri che emergono dal rapporto, tratti dall’articolo sull’iniziativa scritto da Andrea Picardi.

“I dati illustrati dal direttore generale di Ismea Raffaele Borriello confermano un trend in miglioramento con i fondamentali economici tutti in positivo. Nel 2015, ad esempio, l’agricoltura nel Mezzogiorno ha fatto registrare una crescita del 7,3%: molto meglio di tutti gli altri settori. Bene anche l’export, grazie anche ai buoni risultati ottenuti dal sistema Paese nel suo complesso: nel Sud Italia quello di prodotti agricoli è cresciuto del 15,5%, mentre quello di prodotti alimentari del 7,6%. E ancora gli investimenti, che nel 2015 hanno raggiunto i 2,2 miliardi di euro con un aumento del 9,6%. L’aspetto forse più importante però è un altro: l’occupazione. Nel 2015 il numero di persone attive nel settore agricolo ha raggiunto nel mezzo giorno le 500.000 unità. In termini numerici questo vuol dire +3,8%: non male in un Paese – e in un’area geografica soprattutto – in cui la disoccupazione continua a farla da padrona. Merito soprattutto dei più giovani e del loro rinnovato interesse per questo settore: negli ultimi 10 anni le immatricolazioni alle facoltà di Agraria sono aumentate del 20%. Solo nei primi nove mesi del 2016 gli under 35 hanno creato in Italia 90.000 nuove imprese agricole, 20.000 del quali sono nate al Sud (il rapporto e la nota tecnica possono essere consultati integralmente a questo link)”.

L’intervista a Nicodemo Oliverio realizzata da Andrea Picardi.

Condividi tramite