Se fallisce Draghi, fallisce l'Italia. Parla Nardella

Intervista al sindaco di Firenze, Dario Nardella: “Il mancato successo del governo certificherebbe che abbiamo perso tutti i treni possibili e immaginabili per la ripartenza, tanto dal punto di vista sanitario quanto soprattutto sotto il profilo economico”. Nessun dubbio poi sul partito: “Condivido fortemente il metodo e l’atteggiamento con cui Enrico Letta si è mosso da neosegretario in questo primo mese: la priorità è ridare anima e cacciavite al Pd”.

Mansi

Recovery Fund, Antonella Mansi indica la via italiana

Intervista all’imprenditrice e consigliera di amministrazione della Luiss, Antonella Mansi: “Possiamo parlare di innovazione, di sostenibilità, di transizione ma senza una formazione adeguata che consenta di raccogliere questa sfida, di gestirla, di esserne protagonisti, non ha molto senso”. E la pubblica amministrazione? “Rappresenta la madre di tutte le riforme, come diceva Giorgio Squinzi”. 

Appalti

Appalti, l'Antitrust rilancia lo stop al codice e fa imbizzarrire l'Anac (e non solo)

Adesso, sospensione o no, il problema rimane tutto. Come farà l’Italia a spendere, possibilmente bene, 200 miliardi di euro senza una disciplina dei contratti pubblici che funziona? La risposta a questa domanda, inevitabilmente, spetterà a Mario Draghi, insieme ai ministri competenti, a partire dal titolare delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili Enrico Giovannini.

Prestipino

Dopo i capigruppo, Roma. La questione di genere irrompe in Campidoglio. Parla Prestipino (Pd)

Le voci sulla possibile candidatura di Marianna Madia, il prossimo rinnovo della segreteria cittadina e l’impegno in prima linea delle dem romane in vista del voto per il Campidoglio . Intervista a Patrizia Prestipino, deputata del Partito democratico e coordinatrice nel Lazio di Base Riformista

Roma, la campagna elettorale più lunga e più pazza del mondo continua

Causa numeri ballerini, la maggioranza capitolina guidata da Virginia Raggi si scopre improvvisamente risicata. Per la sua tenuta è sempre più fondamentale il ruolo della fronda interna. E così Pd e Fratelli d’Italia pensano alla mozione di sfiducia. Intanto è scontro aperto tra la sindaca e Nicola Zingaretti che ha smentito, ma non troppo convincentemente, la sua eventuale candidatura per il Campidoglio. 

Appalti

Sospendere il codice degli appalti. Draghi ascolterà l'Antitrust? L'opinione di Cancrini

Ad avviso dell’authority guidata da Roberto Rustichelli, il nostro Paese dovrebbe sospendere il codice del 2016 e direttamente la normativa europea in materia. “Mi pare una proposta molto saggia. Non intervenire sulla disciplina degli appalti pubblici significa esporsi al rischio che il Recovery Fund italiano fallisca completamente e questo, ovviamente, non è accettabile”, ha commentato l’avvocato e professore di Legislazione delle opere pubbliche all’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Arturo Cancrini, in questa intervista a Formiche.net 

Elezioni a Roma, perché Letta non può permettersi di sbagliare

La vicenda di Roma rappresenta una sorta di contrappasso per Enrico Letta che tra i primi, la scorsa estate, venne accostato alla candidatura per il Campidoglio. Disse subito di no, lasciando nelle mani di Nicola Zingaretti una patata bollente che lo ha poi accompagnato in tutti i mesi successivi fino alle dimissioni di pochi giorni fa. Adesso il governatore del Lazio l”ha ripassata al suo successore che però, stando agli insistenti rumors delle ultime ore, sarebbe a sua volta ben felice di rendergliela

Gualtieri

Campidoglio, Gualtieri è pronto. Ma Calenda e Raggi restano in campo

L’ex ministro dell’Economia e delle Finanze sarebbe pronto, a giorni, ad annunciare la sua candidatura alle primarie romane. Rottura con Carlo Calenda che ha confermato il suo impegno nella capitale: “Ci confronteremo alle elezioni”. Gualtieri spera però che le loro strade possano nuovamente incrociarsi al ballottaggio, anche insieme ai cinquestelle che al primo turno sosterranno Virginia Raggi. Intanto Giorgia Meloni ha chiesto agli alleati di centrodestra di tornare a convocare il tavolo su Roma

Agnelli

Quando c'era Gianni Agnelli. Il ritratto di Paolo Bricco

Oltre alla pur significativa e a tratti imprescindibile aneddotica, sono numerose le lenti attraverso cui guardare alla vita di Gianni Agnelli, figura indimenticata e indimenticabile del novecento italiano, nato esattamente 100 anni fa a Torino e morto nel gennaio del 2003 sempre nel capoluogo piemontese. Formiche.net lo ha ricordato in questa conversazione con la firma del Sole 24 Ore e scrittore Paolo Bricco

Cosa faranno insieme al centro Calenda, Cottarelli e Della Vedova

Nasce il Comitato programma per l’Italia presieduto dall’economista Carlo Cottarelli. A promuoverlo, tra gli altri, Azione di Carlo Calenda, +Europa di Benedetto Della Vedova ed Emma Bonino e una ventina di personalità dell’area liberal-democratica e riformista. Per ora si concentreranno sui contenuti ma mai dire mai per il futuro. Per ora fuori Marco Bentivogli: “Iniziativa positiva, ma no ai veti”