Cosa vedremo sulla Rai nei prossimi mesi? Lo abbiamo scoperto ieri mattina durante la presentazione dei palinsesti all’Università Statale di Milano. Poche novità, tante riconferme e, a dire il vero, pure molte polemiche.

LA PROMOZIONE DI FAZIO

Il rinnovo di Fabio Fazio ha infiammato la presentazione dei palinsesti. Il conduttore di Che tempo che fa da settembre trasloca infatti su Rai1 e la sua promozione non passa inosservata. Secondo il direttore generale Mario Orfeo l’aumento allo stipendo non ci sarebbe stato: “Fazio guadagnerà gli stessi soldi che guadagnava lo scorso anno su Rai3, con la differenza che farà più ore di programma ma su Rai1. La Rai ci guadagna, fine delle trasmissioni“. Invitato sul palco, il conduttore fiore all’occhiello della scuderia di Beppe Caschetto ha spiegato: “Mi dispiace che un passaggio così importante per me debba essere segnato da polemiche inusuali e violente. Secondo me c’è qualcosa che non va. Voglio dire intanto grazie a Daria Bignardi e a Rai3 dove sono arrivato nel lontano 1985. E’ evidente che in questi mesi ci siamo battuti per la Rai, l’ho fatto anche con ingenuità. Ho difeso il tetto non per interessi personali, colmabili altrove, ma per difendere l’azienda che conosco bene. Mi ero posto come termine ultimo il 23 giugno, la proposta della Rai è arrivata il 22“. Rispetto alla possibilità di andare altrove ha aggiunto: “Io non ho mai detto che si trattava de La7, l’aveva detto Fiorello alla sua maniera. Gasparri ha detto che non avevo contatti con altre reti, spero sia in grado di dimostrarlo. Sono molto contento di aver ricevuto questa offerta, seppur arrivata in extremis. Da parte mia c’era tutta la volontà per rimanere in Rai, ho resistito perché conosco il valore della Rai. Sono onorato di esserci e spero di non deludere. La Rai se mi ha proposto questo contratto, è perché ha fatto i suoi conti“.

L’ADDIO DI GILETTI 

Non solo Fazio, a scaldare gli animi anche il “caso Giletti”. La cancellazione de L’Arena è stata confermata. E a tal proposito, sempre Orfeo ha detto: “Abbiamo offerto al conduttore il sabato sera di Rai, ci piacerebbe avere un trittico di intrattenimento con Conti al venerdì, Giletti al sabato e Fazio alla domenica. Gli abbiamo proposto dodici eventi musicali. Quella poteva essere la soluzione migliore. Gli abbiamo anche offerto di ripetere l’esperienza legata ai reportage nel periodo estivo da registrare sui fronti di guerra. Siamo fiduciosi e ci auguriamo che Massimo possa accettare questa nostra offerta“. E invece pare proprio che il giornalista abbia deciso di emigrare verso nuovi lidi. Quali, è presto per dirlo. L’azienda ha deciso di rinunciare a oltre quattro milioni e mezzo di telespettatori – quelli che ogni domenica L’Arena radunava davanti al piccolo schermo – per motivi probabilemente di natura editoriale. “Vogliamo fare informazione in modo diverso e vogliamo diversificare le proposte della domenica. Intrattenimento di qualità con Cristina Parodi su Rai1. Satira e intrattenimento puro su Rai2. E informazione su Rai3 con Lucia Annunziata” ha continuato il dg.

LE NOVITA’ E LE CONFERME DI RAI1

Ci sono anche alcune novità. Una su tutte: il ritorno su Rai1 di Roberto Benigni con un progetto ancora in fase di costruzione. Sulla rete diretta da Andrea Fabiano non mancheranno neppure gli eventi declinati in chiave varietà. Due serate speciali per Fiorella Mannoia e Giorgio Panariello, quest’ultimo torna durante il periodo natalizio. Ancora: sarà Milly Carlucci la padrona di casa al Colosseo per uno show in coppia con Andrea Bocelli ed Elton John. Poi, per ricordare i dieci anni della scomparsa di Luciano Pavarotti la Rai ha deciso di trasmettere il prossimo 6 settembre, in diretta dall’Arena di Verona, l’evento realizzato da Nicoletta Mantovani condotto da Carlo Conti (che torna anche con Tale e Quale Show). Capitolo Sanremo: ancora top secret il nome del nuovo presentatore. Confermato in blocco il daytime della prima rete, pochi i cambiamenti. A Unomattina arriva Benedetta Rinaldi con Franco Di Mare, Francesca Fialdini promossa a La Vita in diretta con Marco Liorni. Eleonora Daniele raddoppia al sabato pomeriggio con Sabato Italiano.

LE NOVITA’ E LE CONFERME DI RAI2

Il menu di Rai2 sembra ben mixato. Dopo trent’anni torna in onda per una settimana Indietro tutta con Renzo Arbore e Nino Frassica. Quelli che il calcio, orfano di Nicola Savino, finisce nelle mani di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Il duo comico raddoppia nell’access prime time riportando in onda dopo qualche anno la sitcom Camera Cafè. La direttrice Ilaria Dallatana ripropone tre format su cui aveva molto puntato al debutto: Il Collegio, Nemo-Nessuno escluso e Stasera casa Mika. Visti gli ascolti positivi confermato anche Pechino Express che si sposta al mercoledì sempre condotto da Costantino della Gherardesca che sarà protagonista anche diun altro viaggio “in cui si sposerà più di una volta” ha scherzato la direttore. Ci sarà pure Stasera tutto è possibile con Amadeus. Per i fan dell’ispettore Coliandro buone notizie, l’ispettore tornerà su Rai2 dal 13 ottobre con i nuovi episodi.

LE NOVITA’ E LE CONFERME DI RAI3

Serena Bortone è la nuova conduttrice di Agorà al posto di Gerardo Greco. Lucia Annunziata condurrà In mezz’ora con un raddoppio della durata, nella prima parte un’intervista e nella seconda spazio al dibattito. Dopo le stroncature letterarie a Quante Storie, arriva una promozione al sabato pomeriggio per la scrittrice Michela Murgia. New entry nel palinsesto della rete diretta da Daria Bignardi è Michele Santoro che farà alcuni documentari. C’è spazio anche per Roberto Saviano, Gad Lerner, Alessandro Baricco, Concita De Gregorio. Attesissimo il ritorno di Franca Leosini con Storie Maledette. Confermati: #Cartabianca di Bianca Berlinguer, Report con Sigfrido Ranucci, Presa diretta di Riccardo Iacona, Ulisse di Alberto Angela e Chi l’ha visto con Federica Sciarelli.

Condividi tramite