Il colosso franco-tedesco ha premiato la Divisione Aerostrutture dell'azienda italiana quale Best Performing Supplier, riconoscendola come uno dei migliori fornitori in termini di performance sostenibile e consolidata

Dopo le ultime novità per il settore elicotteristico con l’importante accordo in Qatar, e dopo il contratto di finanziamento per Ocean 2020 (il primo progetto finanziato dal Fondo europeo per la difesa), arriva dalla Francia la nuova buona notizia per il campione italiano dell’aerospazio, Leonardo. Il colosso franco-tedesco Airbus ha premiato la Divisione Aerostrutture dell’azienda italiana quale Best Performing Supplier, riconoscendola come uno dei migliori fornitori in termini di performance sostenibile e consolidata, nel rispetto dei tempi e nella qualità delle componenti fornite.

IL PREMIO A LEONARDO

Tecnicamente, la società di piazza Monte Grappa ha fatto registrare un OTD (On Time Delivery) pari al 100% e “un significativo miglioramento della qualità”. Per l’azienda guidata da Alessandro Profumo, e in particolare per lo stabilimento di Nola, nei pressi di Napoli, fulcro della produzione dei grandi componenti di fusoliera, si tratta di un importante riconoscimento.

IL RUOLO DELL’AZIENDA ITALIANA PER L’A380 E L’A321

La cerimonia di premiazione è avvenuta oggi a Tolosa, sede del Gruppo franco-tedesco, nell’ambito di un’iniziativa denominata Supplier Quality Improvement Plan, mirata al miglioramento continuo della qualità del prodotto. L’iniziativa, che vede Leonardo impegnata al fianco di Airbus dal 2009, riguarda i programmi del narrow body A321 e del wide body A380, per i quali i grandi componenti di fusoliera sono realizzati da Leonardo nello stabilimento di Nola, nei pressi di Napoli. Già nel 2014 Leonardo aveva ottenuto il riconoscimento di Best Improver Supplier classificandosi al vertice della performance con un OTD pari al 99% per il programma A321, un traguardo oggi superato.

IL RAPPORTO CON AIRBUS

La partnership tra l’azienda di piazza Monte Grappa e Airbus è ormai consolidata da oltre trenta anni. Iniziata nel 1981 con gli accordi per la famiglia di velivoli A300 e A310, l’intesa è stata ampliata nel 1991 coinvolgendo la progettazione e la produzione della sezione anteriore della fusoliera dell’A321. Nel 2001 poi, è arrivata l’intesa sul programma A380. Infine nel 2016, le due società hanno raggiunto l’accordo per la realizzazione della fusoliera anteriore (tecnicamente la sezione 14A) della nuova configurazione a lungo raggio (LR) dell’Airbus A321.

Condividi tramite