Dispositivi biometrici Usa in mano ai talebani? L'analisi del prof. Mensi

Sfida a tutto campo alla Cina. Il prof. Mensi legge le ultime mosse del Congresso Usa

L’analisi di Maurizio Mensi, direttore esecutivo Mena Ocse, professore alla Sna e alla Luiss Guido Carli

coronavirus

Sovranità digitale, un'arma a doppio taglio nel duello Usa-Cina. L'analisi di Mensi

Il concetto di sovranità digitale si sta rivelando per la Cina un’arma a doppio taglio. Perché sono le società cinesi attive nell’ecosistema digitale e data hungry a subirne gli effetti. L’analisi di Maurizio Mensi

Cloud e Golden power, perché è giusto tutelare la sicurezza. L’analisi di Mensi

È necessario che tutte le pubbliche amministrazioni prevedano l’elemento della sicurezza dell’offerta fra quelli da considerare ai fini della scelta del contraente. L’analisi di Maurizio Mensi, direttore esecutivo Mena Ocse, professore alla Sna e alla Luiss Guido Carli

Così la Cina ha conquistato i porti (e non solo) dell'Europa. L'analisi di Mensi (Luiss)

Pechino ha fatto della componente marittima della sua Belt and road initiative il tassello fondamentale di una strategia espansionistica che punta alle infrastrutture di trasporto, energia e comunicazione. L’analisi di Maurizio Mensi, professore SNA e Luiss Guido Carli, responsabile del @LawLab Luiss

Perché la Turchia dota le forze armate di droni autonomi. L'analisi di Mensi

Droni autonomi dotati di riconoscimento facciale opereranno a fianco dei soldati turchi. L’analisi di Maurizio Mensi, professore SNA e Luiss Giudo Carli, responsabile @LawLab Luiss

Campionati di cyber security, i giovani hacker italiani sul podio europeo

Tra sicurezza informatica, disponibilità di talenti e sicurezza nazionale nell’era digitale c’è un legame strettissimo. E, per l’Italia, il secondo posto dei suoi cyber defender nell’ultima edizione dei Campionati Europei di Sicurezza Informatica a Bucarest fa ben sperare

Macron abbraccia Putin (che ringrazia). Uk dice no. E la Ue non c’è

Si terrà lunedì il vertice fra il presidente francese e quello russo. Poi a settembre un summit sulla politica estera e di difesa. Il Cremlino può inneggiare all’Europa che non c’è ed incassare un sostegno sulla crisi in Ucraina. Regno Unito mostra serietà e rigore (per fortuna!). Analisi da leggere