In Estonia va in scena la conferenza CyCon dedicata al tema dei conflitti nell'ambiente cibernetico. Diamond sponsor dell'iniziativa è Cy4Gate, l'azienda del Gruppo Elettronica specializzata in cyber-defence

Dal luglio del 2016, il cyber-spazio è uno dei domini operativi della Nato, suscettibile di attivazione del meccanismo di difesa collettiva. Ciò vuol dire che l’ambiente cibernetico è riconosciuto come terreno di scontro della competizione globale, con caratteristiche tutte peculiari e minacce con un grado di evoluzione estremamente elevato. Per fare il punto della situazione, oltre 600 tra esperti e addetti ai lavori di istituzioni (civili e militari), industrie e mondo della ricerca si sono ritrovati a Tallinn, in Estonia, per la decima edizione della conferenza internazionale sui conflitti cyber (CyCon), organizzata dal Centro di eccellenza della Nato per la cyber-defence cooperativa (Ccdcoe). Tra loro, ci sono anche gli di Cy4Gate, azienda italiana del Gruppo Elettronica (presieduto da Enzo Benigni) specializzata nel tema.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E GUERRA ELETTRONICA

Il chief marketing & innovation officer Andrea Melegari e il cyber Ew scientist Alessio Campana sono intervenuti all’evento estone. Con una live demo, Melegari ha mostrato come l’intelligenza artificiale può supportare l’analisi di intelligence delle fonti aperte (Osint), mentre Campana ha spiegato il complesso incontro tra le tecnologie di guerra elettronica (Ew) e il cyber, fenomeno che richiede la coordinazione di attività offensive e difensive nei due ambiti.

LE PAROLE DEL CEO

“In un mondo di dispositivi e sistemi interconnessi, il vantaggio tecnologico è eroso da un warfare non convenzionale che ricorre ad attività elettromagnetiche e cibernetiche”, ha spiegato il ceo di Cy4Gate Eugenio Santagata. “La nostra azienda, parte del Gruppo Elettronica, integra in modo innovativo l’uso dello spettro per obiettivi militari e di sicurezza con il controllo delle rete e dei loro contenuti – ha aggiunto – i nostri strumenti avanzati affrontano con successo la crescente complessità dei moderni scenari operativi”.

CY4GATE E LA NATO

L’azienda si è detta “orgogliosa di essere l’unica società italiana a portare tale contributo all’iniziativa come diamond sponsor, con l’obiettivo di offrire il proprio expertise per il potenziamento della resilienza dei network”, con la finalità di “prevenire, contrastare e recuperare i cyber-attacchi”. Solo una settimana fa, alla conferenze Nytec di Berlino, Cy4Gate ha siglato una nuova partnership con l’Agenzia di comunicazione e informazione dell’Alleanza Atlantica (Ncia), relativa alla condivisione di informazioni sulle minacce cibernetiche. L’obiettivo dell’accordo, che si inquadra nell’ambito delle Nato Industry Cyber Partnership (Nicp), è agevolare e velocizzare lo scambio di informazioni tecniche non classificate relative a minacce e vulnerabilità cyber. Già l’hanno scorso, l’azienda del Gruppo Elettronica aveva firmato un primo accordo per entrare a far parte della MISP (Malware Information Sharing Platform), una comunità basata sul web con l’intento di abbattere le barriere che impediscono l’information sharing.

Condividi tramite