Luigi è in Cina e Salvini fa entrare Silvio in maggioranza. Non è la Rai!

Luigi è in Cina e Salvini fa entrare Silvio in maggioranza. Non è la Rai!
Di Maio siamo certi non mancherà di farsi sentire e difficilmente userà il fioretto. Probabilmente l’esito auspicato dai tre sottoscrittori del documento che resuscita l’alleanza di centro destra naufragata pochi mesi fa

L’accordo per le regionali di Piemonte, Abruzzo, Basilicata e Sardegna tra Salvini e Berlusconi (più Giorgia Meloni) è la vera notizia politica della giornata e viene annunciato con una dichiarazione congiunta che ha tutto quello che serve per far infuriare il M5S. È gesto politico per molti versi inatteso, che ripropone una certezza degli ultimi vent’anni: il Cavaliere ha sette vite come i gatti.

Ragionando un po’ per paradossi potremmo dire che Berlusconi entra in maggioranza, nel senso che il suo rapporto con Salvini, a questo punto, torna ad essere quello con un alleato, seppur allo stato impegnato in una coalizione di governo diversa da quella di centro-destra. È presto per dire quali conseguenze avrà sul governo e sulla legislatura.

Ma di certo un effetto ci sarà: il risveglio di domattina sarà burrascoso per Luigi Di Maio, che, complice il fuso orario (è in Cina) dovrà attendere qualche ora per reagire. Ma siamo certi non mancherà di farsi sentire e difficilmente userà il fioretto. Probabilmente l’esito auspicato dai tre sottoscrittori del documento che resuscita l’alleanza di centro destra naufragata pochi mesi fa.

ultima modifica: 2018-09-20T20:11:32+00:00 da Roberto Arditti

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: