Logistica 4.0: la nuova sfida di Assopostale

Logistica 4.0: la nuova sfida di Assopostale
Seminario al Cnel il 9 ottobre con i maggiori players del settore

Per una nuova logistica 4.0 che contempli contratto, flessibilità e business. E’la battaglia che vuole intestarsi Assopostale, l’associazione di categoria di riferimento per gli operatori postali privati operanti in Italia, nella consapevolezza che e-commerce e diminuzione dei volumi postali sono i due fattori che impongono una convergenza tra mercato postale e quello della logistica (e che da solo vale 9% del pil nazionale).

Un tema, quello della trasformazione digitale che conduce ai nuovi modelli di business e a nuovi rapporti di lavoro, che è principale step per le sfide commerciali di operatori e attori istituzionali. Ma come amalgamare le singole esperienze dei principali operatori postali e di logistica, per delineare il ruolo del regolatore per la tutela del mercato postale? E come mettere in rete le singole catene di recapito pubbliche e private, con particolare attenzione alla loro capacità di contribuire allo sviluppo dell’economia locale?

L’occasione è il seminario promosso da Assopostale e Confetra al Cnel, il prossimo 9 ottobre, dal titolo “Perimetro ed evoluzione del nuovo mercato postale nazionale: le sfide per gli operatori e per gli attori istituzionali”. Ovvero analisi e confronto per valutare gli scenari creati dalla definitiva apertura dei mercati e dalla maggiore efficienza del servizio di recapito.

Traccia non secondaria sarà la crescente internazionalizzazione del settore, ed in particolare il ruolo assunto dai players internazionali leader dell’e-commerce, in grado di mettere a disposizione rapidamente i prodotti provenienti dalle “fabbriche del mondo” fino al domicilio dell’ordinante, talvolta coinvolgendo anche nuove figure, come i riders. La presenza di autorevoli relatori e di realtà consolidate come Assopostale, Confetra, Amazon Logistics, Sailpost, Fulmine Group, iCarry e Nexive, metterà a confronto esperienze e strategie dei principali operatori logistici oltre che postali, ed eventuali proposte delle organizzazioni datoriali e sindacali. Parteciperà al confronto anche Fedit, Associazione dei courier, anche essa aderente a Confetra, oltre al Presidente Confederale Guido Nicolini.

“In questo modo – osserva il Segretario Generale di Assopostale, Emanuel Bonanni – sarà possibile offrire indicazioni utili ai decisori nazionali, ai regolatori, alle organizzazioni di rappresentanza del mondo del lavoro, al fine di programmare e costruire un’architettura formata da regole, contratti e accordi, anche di secondo livello, volti a far collimare gli interessi di tutti gli stakeholder”.

Programma

Ore 9:30 – Welcome Coffee Ore 10:00 – Apertura dei lavori – Tiziano Treu – Presidente del CNEL Ore 10:15 – Introduzione ai lavori – Valterio Castelli – Presidente Assopostale – Guido Nicolini – Presidente Confetra – Antonino Galletti – Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma – Federico Freni – Presidente Fondazione Tempora Ore 10:30 – Relazioni Tecniche – Vincenzo Visco Comandini – Professore presso Università di Roma Tor Vergata: “Analisi delle trasformazioni dei mercati – Alberta Corona – Vicedirettore Direzione Postale AgCom: “Il futuro della regolamentazione nel dibattito europeo” – Enrico Borghi – Presidente Fondazione Montagne Italia: “Il riparto di competenze tra Stato e Regioni” – Claudio Durigon – già Sottosegretario alle Politiche del lavoro: “Il mercato del lavoro e nuove opportunità” Ore 11:15 – Tavola rotonda operativa Valterio Castelli (Sailpost) – Bianca Maria Martinelli (Amazon Logistics) – Alessandro Comparetto (Fulmine Group) – Gabriele Di Marzio (Fedit) – Maurizio Gallini (Friend Post) – Gabriele Ferrieri (iCarry) – Enrico Calì (Nexive) – Stefano Paniconi (Globe Postal Service) Ore 12:15 – Considerazioni Istituzionali – Claudio Lorenzi – Dirttore Direzione Postale AgCom – Vito Meli – Responsabile Direzione Credito, Poste e Turismo AGCM Ore 12:45 – Conclusioni – Antonio Perrucci – Fondazione Astrid: “Le forme dell’intervento pubblico a sostegno della trasformazione digitale”.

 

ultima modifica: 2019-10-07T11:40:51+00:00 da Francesco De Palo