L’attore romano si è spento a Roma a causa di una crisi cardiaca. Dal mondo della politica a quello delle arti fino alla televisione, ecco il cordoglio dei social

In poche ore diventa trending topic su Twitter Italia “Ciao core”, l’ultimo saluto del social cinguettante all’attore Gigi Proietti, morto oggi, nel giorno del suo ottantesimo compleanno, a causa di una crisi cardiaca. A ricordarlo uomini e donne della politica, del mondo dello spettacolo, comuni cittadini che negli anni sono stati accompagnati da battute, spettacoli teatrali, serie Tv e barzellette.

IL RICORDO COMOSSO DI MATTARELLA

“È con grande dolore che ho appreso la notizia della scomparsa, nel giorno dell’ottantesimo compleanno, di Gigi Proietti. Attore poliedrico e versatile, regista, organizzatore, doppiatore, maestro di generazioni di attori, erede naturale di Ettore Petrolini, era l’espressione genuina dello spirito romanesco”. Con queste parole il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricordato il maestro Gigi Proietti, morto questa mattina a Roma, nel giorno del suo 80mo compleanno. “Alla grande cultura, alla capacità espressiva eccezionale, frutto di un intenso lavoro su se stesso, univa una simpatia travolgente e una bonomìa naturale, che ne avevano fatto il beniamino del pubblico di ogni età. Desidero ricordarlo – prosegue il capo dello Stato – anche come intellettuale lucido e appassionato, sempre attento e sensibile alle istanze delle fasce più deboli e al rinnovamento della società. Alla signora Sagitta, alle figlie Susanna e Carlotta, ai suoi collaboratori e ai tanti suoi allievi desidero far giungere il mio più profondo cordoglio, a nome della Repubblica, e sentimenti di vicinanza personale”, ha concluso Mattarella.

LA POLITICA SALUTA GIGI PROIETTI

“La morte di #GigiProietti ci addolora profondamente e scuote un intero Paese, già profondamente colpito. Un’icona del mondo dello spettacolo, un meraviglioso simbolo della nostra Italia. Oggi a piangere è tutto il Paese. Ciao Gigi, ci mancherai”, ha scritto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio per celebrare l’attore romano, e così a seguire il segretario del Partito democratico e presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “Roma e l’Italia piangono Gigi Proietti, un attore straordinario, colto, intelligente, amato da generazioni e generazioni. Non ti dimenticheremo mai Gigi, e sempre grazie per le risate, le emozioni, le riflessioni con cui ci hai accompagnato”.

(UMBERTO PIZZI RICORDA GIGI PROIETTI. TUTTE LE FOTO D’ARCHIVIO)

“Andarsene nel giorno dei suoi 80 anni è l’ultimo colpo di teatro di un artista straordinario: addio a Gigi #Proietti”, ha sottolineato Matteo Renzi, ricordando che oggi 2 novembre l’attore romano avrebbe celebrato il suo compleanno. Anche Teresa Bellanova ha espresso parole di ricordo e cordoglio: “Ti ricorderemo col sorriso. Quel sorriso, semplice ed immediato, spesso sornione, sempre contagioso, che tu stesso non riuscivi a trattenere quando recitavi. Quel sorriso che ci strappavi sempre, con quella comicità da pari a pari che ti rendeva unico. Ciao core”.

Ma il coro della politica è bipartisan: Giorgia Meloni ha espresso il suo cordoglio su Twitter scrivendo: “Nel giorno del suo ottantesimo compleanno ci lascia #GigiProietti. Un artista straordinario, che ha portato nelle case degli italiani tanti momenti di gioia e di riflessione. Oggi il mondo dello spettacolo perde un suo indiscusso pilastro. A Dio, Gigi”, e così anche Matteo Salvini: “L’arte italiana perde oggi uno dei più grandi, un attore straordinario, un poliedrico gigante di bravura e simpatia. Se ne va nel giorno in cui era nato 80 anni fa, nella sua Roma, un ultimo colpo di teatro. Ci mancherà il suo sorriso. Addio Gigi”.

IL CORDOGLIO DEL MONDO DELLE ARTI

“Ciao Maestro e amico. RIP”. Un lapidario Alessandro Gassman saluta con poche parole Gigi Proietti, e una foto allegata in ricordo dell’amico e maestro.

“Una gioia e un onore aver fatto un pezzo di strada con te”, ha scritto Veronica Pivetti che con Proietti aveva recitato nello sceneggiato della Rai “Il maresciallo Rocca”.

Dal profilo social dei Tiromancino, uno sguardo al passato: “Da ragazzino mio padre mi portava a vederti in teatro, poi ti ho conosciuto bene e ho capito che non eri solo un genio ma anche una persona di valore immenso. Vola in cielo Maestro e grazie per la meraviglia che ci hai lasciato nel tuo passaggio terreno”.

IL SALUTO DELLA CITTÀ DI ROMA

Dal profilo twitter della Città di Roma il saluto all’attore che della romanità ha fatto un punto di forza ed elemento distintivo.

E così anche la sindaca della Capitale Virginia Raggi ha affidato ai social il saluto all’attore romano: “Profondo dolore e grande tristezza per la morte di #GigiProietti. Con lui perdiamo un pezzo di anima della nostra città. In questo momento siamo vicini alla famiglia, agli amici e a tutti coloro che lo hanno amato. Roma non lo dimenticherà mai”.

Condividi tramite