Claudio Graziano, Federica Mogherini, Rolando Mosca Moschini, Romano Prodi e Alessandro Profumo. Sono loro i protagonisti del live talk organizzato dalle riviste Formiche e Airpress “A Difesa dell’Europa, i vent’anni del Comitato militare dell’Ue”. La diretta martedì 2 febbraio alle 17:30

In occasione del ventesimo anniversario dell’istituzione del Comitato militare dell’Unione europea (Eumc) le riviste Airpress e Formiche organizzano, in collaborazione con lo stesso comitato, l’evento “A Difesa dell’Europa”. Partecipano Claudio Graziano, presidente dell’Eumc, Federica Mogherini, rettore del Collegio d’Europa, Rolando Mosca Moschini, segretario del Consiglio supremo di Difesa, Romano Prodi, presidente della Fondazione per la collaborazione tra i popoli e Alessandro Profumo, presidente della Aerospace and defence industries association of Europe. Modera Flavia Giacobbe, direttore di Formiche e Airpress, in diretta alle 17:30 su questa pagina e sui canali social di Formiche.

Al centro del dibattito le recenti iniziative di Difesa europea, dal fondo Edf alla cooperazione strutturata permanente (Pesco), dalla collaborazione rafforzata con la Nato alla “bussola strategica” che dovrà mettere a sistema obiettivi, ambizioni e strategie. Il processo affonda le radici nel passato, dal fallimento della Comunità europea di Difesa nel 1954, alla Strategia globale dell’Ue che, cinque anni fa, ha rilanciato la postura globale europea.

Da due decenni partecipa a questo processo il Comitato militare dell’Unione europea (Eumc). “È centrale nella costruzione del progetto della Difesa europea perché porta la voce degli end users, ossia di coloro che quotidianamente operano nelle missioni e operazioni per contribuire alla difesa e alla sicurezza del continente”, ci ha spiegato il generale Claudio Graziano, che da novembre 2018 presiede l’Eumc. “Nella mia quotidiana attività di presidente del Comitato – ha aggiunto – interagendo con le principali istituzioni europee e in primis con le articolazioni deputate a trattare i temi della difesa e della sicurezza comune, ho avuto conferma che una partecipazione sempre più attiva dei paesi membri rappresenta un investimento sulla sicurezza di tutti noi”. E l’Italia “non può non essere protagonista nelle iniziative europee perché la difesa degli interessi comuni non è in contrapposizione con la tutela dell’interesse nazionale”.

Il Comitato dirige tutte le attività militari dell’Ue, le missioni e le operazioni, offrendo consulenza al Comitato politico e di sicurezza e formulando specifiche raccomandazioni su questioni militari. Quando fu istituito, nel 2001, a presiedere la Commissione europea c’era Romano Prodi, a Bruxelles fino al 2004, anno in cui la presidenza dell’Eumc fu assegnata al generale Rolando Mosca Moschini. Il Comitato opera sotto il controllo dell’Alto rappresentante, incarico ricoperto dal 2014 (fino al 2019), da Federica Mogherini, oggi rettore del Collegio d’Europa, allora tra i principali architetti della struttura di Difesa comune. A promuovere gli interessi e le prospettive del settore industriale c’è invece l’Aerospace and defence industries association of Europe (Asd), che rappresenta circa tremila aziende, tutte le maggiori industrie europee (18) e le associazioni nazionali (23). Dallo scorso settembre è presieduta da Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo. Sono loro, protagonisti della Difesa europea, i protagonisti del live talk di Formiche e Airpress.

Condividi tramite