Classe 1958, salentino, il generale (di Corpo d’Armata dal 2015) Luigi De Leverano arriva alla presidenza del Consiglio dopo due anni e mezzo allo Stato maggiore della Difesa, in qualità di sottocapo. Mario Draghi lo ha nominato suo consigliere militare. Giungerà a palazzo Chigi insieme al generale Luca Capasso, consigliere aggiunto con specifica competenza sulle politiche spaziali

È il generale Luigi De Leverano il nuovo consigliere militare del presidente del Consiglio Mario Draghi. Il premier lo ha nominato a margine del Consiglio dei ministri odierno, per ricoprire l’incarico lasciato a febbraio dall’ammiraglio Carlo Massagli, trasferitosi alla vice direzione dell’Aise, agenzia d’intelligence per la sicurezza esterna. A quanto apprende Formiche.net, insieme a De Leverano arriverà a palazzo Chigi anche il generale dell’Aeronautica Luca Capasso, capo del neonato Comando operazioni spaziali (Cos, già Ufficio spazio dello Stato maggiore della Difesa), che ricoprirà il ruolo di consigliere militare aggiunto, con specifica responsabilità sulla struttura di coordinamento che supporta il Comitato interministeriale per le politiche spaziali, la cui direzione risponde al sottosegretario Bruno Tabacci, delegato su questo da Draghi.

IL PROFILO

Classe 1958, di Lecce, il generale (di Corpo d’Armata dal 2015) Luigi De Leverano arriva alla presidenza del Consiglio dopo due anni e mezzo allo Stato maggiore della Difesa, in qualità di sottocapo. Prima, aveva guidato per qualche mese il Comando logistico dell’Esercito, a cui era approdato dopo aver comandato il Comando Forze operative sud, alle dirette dipendenze del capo di Stato maggiore dell’Esercito. In precedenza, era stato comandante delle Forze di Difesa interregionale sud a Napoli. Tra gli incarichi all’estero spicca il ruolo di vice comandante del contingente italiano in Iraq, a cui è seguito il comando della della Brigata meccanizzata “Sassari”. Tra il 2007 e il 2011, con Arturo Parisi e Ignazio La Russa, è stato vice capo di gabinetto del ministro della Difesa. Nel curriculum spiccano diverse docenze universitarie tra Firenze e Roma (con focus sull’arruolamento femminile), e pubblicazioni su riviste di settore.

IL RUOLO

Ora sarà consigliere militare del premier Mario Draghi, che già a febbraio aveva nominato come consigliere diplomatico l’ambasciatore Luigi Mattiolo. Al generale De Leverano spetterà il compito di guidare l’ufficio del consigliere militare, chiamato ad assistere il presidente nella sua attività per le relazioni con gli organismi che provvedono alla difesa nazionale e, in seno alla presidenza del Consiglio dei ministri, anche per le questioni connesse con la politica spaziale. L’ufficio è infatti stato individuato quale responsabile del supporto al Comint, l’organismo introdotto con la legge 7 del 2018 per dare omogeneità e coordinamento alla politica spaziale nazionale. A tal proposito, arriverà a palazzo Chigi il generale Capasso. Dopo la delega a Bruno Tabacci, si completa dunque la governance nazionale per il settore Spazio, la cui agenda appare già piuttosto densa.

Condividi tramite