La visita del presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, in Libia merita una riflessione. La sua importanza viaggia su un doppio filone. L’interesse nazionale, che Draghi ha rivendicato al tavolo con il neo-premier Abdelhamid Dabaiba, ricordando che l’Italia è pronta a entrare nelle attività della ricostruzione libica – per assistere il paese dopo anni bui di guerre continue. La cooperazione, che riguarda il ruolo dell’Italia in un contesto più ampio, ossia l’Ue e gli Usa nel Mediterraneo, seguendo il solco del multilateralismo che l’amministrazione Biden vede come fattore cruciale per la propria politica internazionale.

Cosa sta succedendo in Libia? Come questo può influire sulla regione Medio Oriente e Nord Africa?

Formiche.net analizzerà la visita di Draghi e il ruolo dell’Italia, allargando l’ottica alla politica estera italiana nel Mediterraneo allargato e degli altri paesi regionali, in un panel mercoledì 7 aprile alle ore 18:00 a cui parteciperanno:

Federica Saini Fasanotti, Senior Associate Fellow di ISPI e Brookings Institution.

Karim Mezran, direttore della North Africa Initiative e resident senior fellow al Rafik Hariri Center and Middle East Programs dell’Atlantic Council

Arturo Varvelli, direttore dell’ufficio di Roma dell’Ecfr

Il live-talk sarà moderato da Emanuele Rossi e sarà visibile su questa pagina, sulla home page di Formiche.net e in diretta Facebook.

Condividi tramite