Salcef, società leader nel settore delle infrastrutture ferroviarie, ha ricevuto da Intesa San Paolo un finanziamento di 30 milioni, garantito da Sace, destinato a incrementare l’efficienza della rete ferroviaria italiana

Italia sempre più green nella mobilità e nelle infrastrutture. Salcef, leader internazionale nel settore delle infrastrutture ferroviarie, ha ricevuto da Intesa SanPaolo un finanziamento di 30 milioni, garantito da Sace tramite la nuova operatività green e destinato a sostenere la realizzazione di commesse verdi pluriennali a loro volta finalizzate a incrementare l’efficienza della rete ferroviaria italiana.

L’operazione è di quelle importanti, dal momento che Salcef è un’eccellenza nel settore infrastrutturale, in particolare nella costruzione, manutenzione, rinnovamento ed elettrificazione di linee ferroviarie, tranviarie e metropolitane nonché nella progettazione e realizzazione di materiale ferroviario e mezzi d’opera. La società, quotata sul listino Mta di Borsa Italiana, impiega oltre 1.400 persone ed è presente in 4 continenti attraverso 9 filiali internazionali e 19 società operative. E nel 2020 ha registrato ricavi per oltre 340 milioni di euro.

Naturalmente gli interventi finanziati, grazie all’impatto positivo in termini di mitigazione del cambiamento climatico, rientrano negli obiettivi del Green new deal, il piano che promuove un’Europa circolare, moderna, sostenibile e resiliente. In questo ambito, Sace, istituzione a sostegno dello sviluppo del sistema Paese, riveste un ruolo centrale nell’attuazione dello stesso Green new deal sul territorio italiano.

La società guidata da Pierfrancesco Latini può infatti rilasciare garanzie green su progetti domestici in grado di agevolare la transizione verso un’economia a minor impatto ambientale, integrare i cicli produttivi con tecnologie a basse emissioni per la produzione di beni e servizi sostenibili e promuovere iniziative volte a sviluppare una nuova mobilità a minori emissioni inquinanti.

Da parte sua, Intesa SanPaolo ritiene fondamentale promuovere lo sviluppo di una economia sostenibile: di qui lo sviluppo di un nuovo strumento di finanziamento a medio-lungo termine denominato S-Loan specificatamente disegnato per accompagnare gli sforzi delle imprese nella direzione di una maggiore sostenibilità sotto il profilo ambientale, sociale e di governance di impresa.

“Con questa operazione”, ha spiegato Mario Melillo, responsabile Mid Corporate Centro-Sud di Sace, “prosegue il nostro impegno a sostegno di progetti in grado di agevolare la transizione ecologica italiana. Per noi di Sace, affiancare un’eccellenza come Salcef, con la quale abbiamo costruito nel tempo un solido rapporto, significa supportare una realtà che ha saputo affermarsi nel tempo come punto di riferimento internazionale nel settore dell’armamento e delle infrastrutture ferroviari e che oggi rafforza il suo percorso di crescita sostenibile, a beneficio del Sistema Paese”.

Secondo Pierluigi Monceri, responsabile della direzione regionale Lazio e Abruzzo di Intesa SanPaolo “la sostenibilità è ormai parte integrante del Dna del nostro gruppo e questi valori hanno assunto ulteriore rilevanza nell’ambito del Pnrr e questa operazione ne è un’ulteriore dimostrazione. Nel suo ruolo a sostegno delle famiglie ed imprese del Paese, Intesa SanPaolo si impegna in un’allocazione responsabile del credito privilegiando in particolare le aziende che, come Salcef, costituiscono dei veri campioni ed alfieri dello sviluppo sostenibile concorrendo così alla creazione di valore collettivo”.

“Questa operazione rappresenta l’esordio di Salcef nel mercato della finanza sostenibile”,  ha infine sottolineato Fabio De Masi, chief financial officer di Salcef, un ulteriore passo nel percorso di sviluppo della società, che sottolinea una volta di più non soltanto il ruolo di Salcef nello sviluppo della mobilità sostenibile nel Paese, ma anche la profonda integrazione delle tematiche Esg in tutte le nostre attività”.

Condividi tramite