Partita la prima edizione del Marina militare Nastro rosa tour, una regata lungo le coste più belle della nostra penisola per celebrare la bellezza dei mari d’Italia. Il tour, organizzato da Difesa servizi, prevede otto tappe, quattro tirreniche e quattro adriatiche, e si concluderà domenica 26 settembre a Venezia

“Questo ambizioso progetto, oltre a promuovere il brand Marina militare, si innesta nel progetto Valore-Paese Italia, che ha lo scopo di valorizzare il patrimonio pubblico dello Stato e che vede collaborare diverse amministrazioni come il ministero della Difesa, attraverso Difesa servizi, insieme al ministero della Cultura, all’agenzia del Demanio e Enit”. Così Fausto Recchia, amministratore delegato di Difesa servizi commenta l’avvio del “Marina militare Nastro rosa tour”, il tour velico nato da un’idea di Difesa servizi in collaborazione con SSI Events, per promuovere la bellezza e il fascino del nostro Paese, per sua natura, a vocazione marittima. “Crediamo fortemente in questo progetto, – ha continuato Recchia – al valore sportivo e culturale di cui è portatore e al contributo che può dare alla ripresa del Paese, attraverso un ritorno graduale alla normalità”.

LA ROTTA DELLA REGATA

Un mese di vela nei mari d’Italia, da Genova a Venezia, passando per Civitavecchia, Gaeta e Napoli, sul mar Tirreno e poi Brindisi, Bari e Marina di Ravenna sul mare Adriatico. Queste sono le tappe del “Marina militare Nastro rosa tour”, scelte, in particolare, per far conoscere e apprezzare la rete dei fari italiani e per valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. Questa prima edizione del tour è patrocinata dal Coni e organizzata in collaborazione con la Marina militare italiana, la Federazione italiana vela e La Gazzetta dello Sport.

LE DISCIPLINE IN MARE

Partita dal Porto antico di Genova lo scorso 26 agosto, l’innovativa regata vedrà sfidarsi gli specialisti del boards kite foil, la nuova classe Olimpica in programma nel 2024, gli equipaggi dei velocissimi catamarani Diam 24, scelti per le stadium racing, e i binomi misti uomo/donna a bordo dei famosissimi Figaro Beneteau 3, scelti per le lunghe prove di altura. Tutte le classi coinvolgeranno atleti di fama internazionale, inclusi medagliati olimpici e campioni di specialità. La regata varrà anche per l’assegnazione del titolo di campione d’Europa (tratta tirrenica) e di campione del mondo (tratta adriatica) della double mixed offshore e si concluderà domenica 26 settembre a Venezia.

L’IMPEGNO DELLA MARINA MILITARE

Dal 30 agosto e fino al 1° settembre, il Marina militare Nastro rosa tour sta facendo tappa a Civitavecchia, dove le imbarcazioni si sfideranno nelle acque della località balneare più frequentata del Lazio. In occasione della tappa, sarà ormeggiata in porto la nave scuola della Marina militare Amerigo Vespucci, la “Signora dei mari”, simbolo e testimone del Made in Italy nel mondo. Tra gli obiettivi del giro nautico d’Italia c’è, infatti, anche quello di promuovere i valori della Marina militare e valorizzarne il marchio attraverso la vela, la massima espressione del legame tra l’essere umano e il mare.

A DIFESA DEL MARE

Il Marina militare Nastro rosa tour, inoltre, sarà anche l’occasione per sensibilizzare i partecipanti alla tutela ecologica del patrimonio ambientale marittimo. Durante tutto il tour saranno condotte attività e progetti di beneficenza e sensibilizzazione, tra cui la fondazione “Weaving meadow”, che mira a proteggere la posidonia, pianta acquatica fondamentale per l’equilibrio dei nostri fondali e vera fonte di ossigeno per il mare.

Condividi tramite