Proprietari dei gasdotti e fornitori del gas devono essere diversi: una corte tedesca conferma che le regole Ue valgono anche per il Nord Stream 2

Il gasdotto Nord Stream 2 non è esentato dalle regole dell’Unione europea che richiedono che i proprietari dei gasdotti siano diversi dai fornitori del gas che scorre negli stessi gasdotti per garantire una leale concorrenza, riporta l’agenzia Reuters.

L’Alta Corte regionale di Duesseldorf ha respinto un appello stilato lo scorso anno dagli operatori del gasdotto Nord Stream 2, progetto sostenuto da Gazprom per trasportare gas dalla Russia alla Germania attraverso il Mar Baltico. I proprietari del gasdotto sostenevano che le norme fossero discriminatorie.

La decisione può essere impugnata. Come spiega Reuters, non fermerà il gasdotto ma costerà altro tempo e denaro, dopo quelli già spesi per le tensioni con gli Stati Uniti che soltanto poche settimane fa hanno dato l’ok al progetto.

Condividi tramite