A Leonardo è stato confermato per il secondo anno consecutivo il riconoscimento Global compact lead dell’Onu, assegnato alle società che si distinguono per l’impegno nella promozione dei principi del Global compact in materia di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030

Leonardo è stata riconosciuta Global compact lead dell’Onu, per il secondo anno consecutivo, nel corso dell’Uniting business live della 76esima Assemblea generale delle Nazioni Unite. Il riconoscimento viene assegnato alle società che si distinguono per l’impegno nella promozione dei Dieci principi del Global compact e nel contributo al raggiungimento dei Sustainable development goals (Sdg). La società di piazza Monte Grappa è l’unica tra le principali aziende globali del settore aerospazio e difesa a essere inserita nel ristretto gruppo di aziende, complessivamente 36, che registra quest’anno la presenza di quattro imprese italiane.

GLOBAL COMPACT LEAD

La conferma come Global compact lead è parte di un percorso di sostenibilità che vede Leonardo leader a livello internazionale. Nel 2020 Leonardo ha indirizzato circa la metà dei propri investimenti sugli obiettivi dei Sdg e, rispetto a una media di investimenti annuali pari a circa 600-700 milioni di euro per il biennio 2021-2022, si impegna a mantenere il 50% di questi allineati agli Sdg, con impatti sul rafforzamento dei processi di innovazione e lo sviluppo della filiera, adottando un modello di rendicontazione quantitativa in grado di analizzare l’efficacia degli interventi di sostenibilità nel tempo.

LE INIZIATIVE DI LEONARDO

Nel corso del 2021, inoltre, Leonardo è stato un soggetto attivo del Global compact partecipando all’Action platform “Pace, giustizia e istituzioni forti” e ai gruppi di lavoro della Cfo task force, contribuendo allo sviluppo dell’”Sdg 16 business framework”, uno strumento volto a promuovere il cambiamento strutturale nelle aziende rafforzando la cultura dell’integrità e la conduzione responsabile del business. Leonardo è, inoltre, tra i firmatari dei “Cfo Principles on integrated Sdg investments and finance” per la creazione di un mercato per gli investimenti e una finanza a supporto degli dei Sustainable development goals dell’Onu.

PROGRAMMI DI SVILUPPO

Rispetto al tema delle performance su “Ambiente, sociale e governance” (Esg), nel bilancio integrato dell’anno scorso, è evidenziata l’importanza data da Leonardo all’implementazione di programmi di sviluppo e partnership di medio-lungo periodo con le aziende della filiera, attraverso la sensibilizzazione dei fornitori chiave sui Sustainable development goals, dell’impegno per la riduzione del 40% delle emissioni di CO2 entro il 2030 e, in tema di parità di genere, per l’assunzione del 30% di donne sul totale delle assunzioni nelle aree scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (Stem), che è valsa a Leonardo, per la prima volta, l’inclusione nel Bloomberg gender equality index (Gei) del 2021.

IMPEGNO E TRASPARENZA

Infine, oltre al mantenimento della certificazione “Anti-bribery management system”, per il secondo anno consecutivo l’azienda è stata riconosciuta leader nel settore aerospazio e difesa anche degli indici di trasparenza e si è collocata nella fascia A, il livello più alto, del Defence companies index on anti-corruption and corporate transparency (Dci) elaborato da Transparency international.

Condividi tramite