Alla cerimonia di premiazione del XXV Premio Internazionale Fair Play Menarini hanno sfilato le stelle del panorama sportivo italiano ed internazionale

Grande successo per la cerimonia di premiazione del XXV Premio Internazionale Fair Play Menarini. Un’edizione 2021 che ha visto la kermesse dedicata all’etica e al fair play tornare in pista, dopo le restrizioni del 2020, con un programma completo e ricco di eventi collaterali, per celebrare il venticinquesimo anniversario della sua fondazione.

A Castiglion Fiorentino, nella suggestiva cornice del Loggiato Vasariano di piazza del Municipio, hanno sfilato alcune stelle del panorama sportivo italiano ed internazionale. Dall’ex tennista svedese Stefan Edberg all’icona del basket Pierluigi Marzorati, dalla nuotatrice Katinka Hosszu alla calciatrice Eleonora Goldoni fino ai due olimpionici italiani Romano Battisti e Matteo Marconcini, passando per i grandi nomi del calcio Sinisa Mihajlovic, Patrick Kluivert e Massimo Bonini.  Grande commozione infine dall’assegnazione del premio speciale dedicato al ricordo di Paolo Rossi, ritirato da Marco Tardelli e Hansi Müller.

“Abbiamo festeggiato i primi venticinque anni del Premio Fair Play Menarini: un risultato incredibile in un anno eccezionale per lo sport italiano”, ha spiegato Ennio Troiano, direttore risorse umane Global di Menarini. “Ci auguriamo che i valori del fair play, fondati sulla condivisione di principi che rappresentano la vera essenza dello sport, possano aiutarci a guardare con ottimismo al futuro”.

“Non ci sono parole per descrivere l’emozione di aver vissuto una serata come questa. Una serata in cui non sono mancati istanti di gioia, alternati a momenti di grande riflessione, soprattutto per quanto riguarda il premio intitolato alla memoria del grande campione Paolo Rossi nella categoria ‘Modello per i giovani’, assegnato a Marco Tardelli e Hansi Müller, due grandi amici di Pablito”, ha invece sottolineato Angelo Morelli, presidente del Comitato organizzatore del premio”.

“Sono stati venticinque anni di duro lavoro, ma anche di grandi soddisfazioni, emozioni e ricchezza personale. Aver potuto gioire della presenza di tanti campioni, provenienti da ogni parte del mondo, è stato per noi organizzatori una cosa così grande da non riuscire neppure a raccontarla. Ringraziamo enti, istituzioni, giornalisti e sponsor per esserci stati così vicini e aver creduto nel nostro progetto. E, non da ultimi, i nostri ringraziamenti vanno anche a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento, una squadra sicuramente affiatata e responsabilizzata”.

Condividi tramite