Al via le iscrizioni per la dodicesima edizione del Master in Intelligence dell’Università della Calabria, diretto da Mario Caligiuri, che potrà essere interamente seguito in streaming. Ecco tutti i dettagli

Si sono aperte ieri 4 agosto le iscrizioni alla dodicesima edizione del Master in Intelligence dell’Università della Calabria, diretto da Mario Caligiuri e promosso nel 2007 grazie al sostegno del Presidente Emerito della Repubblica Francesco Cossiga. 

Il bando scade il 30 ottobre 2022 e il corso potrà essere interamente seguito in modalità streaming tramite le piattaforme e-learning interattive dell’ateneo calabrese.

Le lezioni frontali si svolgeranno da novembre 2022 a maggio 2023 nella giornata di sabato dalle ore 9.00 alle ore 18.00 (pausa dalle 13.00 alle 14.00).

Per partecipare occorre presentare domanda online sul sito dell’Università della Calabria (qui il link)

Il master è aperto a laureati del vecchio ordinamento (4 anni) e con la laurea magistrale (5 anni) in qualunque disciplina e la quota di iscrizione è di 3mila euro.

Per gli appartenenti alle forze di polizia è prevista una riduzione del 30% per cui l’importo è di 2.100 euro.

Al termine del ciclo delle lezioni, è previsto un Laboratorio di Cyber intelligence che si svilupperà in 5 giornate consecutive (da lunedì a venerdì) con lo svolgimento di seminari e laboratori, d’intesa anche con NTT Data e il Dipartimento di Ingegneria Informatica dell’Università della Calabria.

Inoltre andranno svolte 300 ore di stage in strutture convenzionate che nelle precedenti edizioni si sono tenute presso istituzioni pubbliche e società private, tra le quali Eni, Enel, Sky e NTT Data.

Come in ogni edizione, i docenti saranno professori universitari ed esperti italiani del settore. Nelle edizioni precedenti sono intervenuti, tra gli altri, i ministri Paolo Savona, Giulio Tremonti, Marco Minniti, Roberto Cingolani, Lorenzo Ornaghi; il presidente della Camera dei deputati Luciano Violante; i direttori dei Servizi Franco Gabrielli, Vittorio Stelo, Luigi Ramponi e Nicolò Pollari; i direttori delle Scuole dei Servizi Mario Maccono, Maurizio Navarra e Paolo Scotto di Castelbianco; l’agente della Cia Robert Gorelick; il presidente dell’Agenzia Nazionale per la Cibersicurezza Roberto Baldoni; i professori Domenico De Masi, Alessandro Barbero, Antonio F. Uricchio,, Alberto De Toni, Evgeny Morozov, Derrick De Kerckhove, Paolo Benanti, Antonio Nicaso, Giorgio Galli, Francesco Sidoti, Antonino Vaccaro, Andrea De Guttry, Antonio Baldassarre, Aldo Giannuli, Umberto Gori, Maria Gabriella Pasqualini, Umberto Broccoli e Antonio Teti; i prefetti Carlo Mosca, Marco Valentini e Luigi Varratta; i generali Fabio Mini e Carlo Jean; i giornalisti Lucio Caracciolo, Paolo Messa, Massimo Franco, Andrea Aresu e Andrea Cangini; i magistrati Nicola Gratteri, Rosario Priore, Giuseppe Pignatone, Stefano Dambruoso e Mario Spagnuolo; l’ambasciatore Michele Valensise; i funzionari dello Stato Roberto Riccardi, Pasquale Angelosanto, Nunzia Ciardi,  Alfredo Mantici, Alessandro Ferrara, Adriana Piancastelli, Giuseppe Rao e Giuseppe Scandone; il direttore della Fondazione “Agnelli” Andrea Gavosto; i dirigenti della sicurezza di multinazionali Alfio Rapisarda e Alberto Accardi.

Per qualunque informazione ci si può rivolgere al direttore del Master Mario Caligiuri al cellulare 337 980189 oppure mario.caligiuri@unical.it.

Condividi tramite