A Palazzo Esercito, il capo di Stato maggiore, generale Pietro Serino, accompagnato dagli storici Giuseppe Conti e Roberto Olla, presenta il Calendario dell’Esercito de 2023. Una riflessione storica sugli eventi che portarono dall’Armistizio di Cassibile alla Liberazione d’Italia

Da Porta San Paolo a Mignano Monte Lungo, i 98 giorni che portarono alla riscossa dopo i drammatici eventi dell’8 settembre del 1943. È questo il tema principale del Calendario dell’Esercito per il 2023, presentato a Palazzo Esercito dal capo di Stato maggiore, generale Pietro Serino, accompagnato dagli storici Giuseppe Conti e Roberto Olla, moderati dal direttore di Formiche e Airpress, Flavia Giacobbe.

Il CalendEsercito 2023 è un’opera editoriale storica che intende aprire una riflessione sul ruolo dell’Esercito italiano a seguito dell’Armistizio di Cassibile, quale elemento propulsivo della riscossa per la liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo al fianco degli alleati. Realizzata per ricordare l’ottantesimo anniversario di quegli eventi, l’opera editoriale vuole appunto raccontare cosa accadde nelle settimane che seguirono l’armistizio quando i soldati italiani, nonostante la situazione, continuarono a combattere per contrastare l’aggressione tedesca. In soli 98 giorni, l’Esercito Italiano seppe reagire, combattere e vincere a Mignano Monte Lungo, rientrando in linea con il I Raggruppamento Motorizzato per liberare il Paese.

Condividi tramite