In occasione del centenario del Gran Premio d’Italia, la compagnia rende omaggio al fondatore della leggendaria scuderia e padre nobile nell’automobilismo mondiale. Il velivolo in sorvolo sul circuito insieme alle Frecce Tricolori

Enzo Ferrari sarebbe contento, a dispetto del suo carattere forte e dalle tendenze perfezioniste. Ma d’altronde l’occasione era di quelle da non farsi scappare, il centenario del Gran Premio di Monza, simbolo indiscusso dell’automobilismo sportivo italiano, corso per la prima volta il 9 settembre del 1922. E che puntuale ha ripetuto la sua storia, sul circuito che tante volte ha visto trionfare la scuderia fondata dal Drake, così era soprannominato Ferrari, che oggi vanta 31 titoli tra costruttori e piloti.

E per celebrare uno dei padri dell’automobilismo mondiale, Ita Airways ha scelto di proseguire nella tradizione di dedicare i suoi aerei a personaggi importanti dello sport italiano e non solo delle due o quattro ruote. Dopo Valentino Rossi, Marcello Lippi, Roberto Baggio ed Enzo Bearzot, l’ultimo arrivato tra i suoi Airbus A350 è stato dedicato proprio a Ferrari. Il velivolo è caratterizzato dalla livrea azzurra, mentre il nome del Drake è scritto su sfondo rosso, a sottolineare il legame tra il nome Ferrari e questo colore. Per il volo inaugurale del nuovo aereo, non poteva che essere scelta la cornice dell’Autodromo di Monza. Pochi minuti prima del via, il velivolo ha sorvolato la griglia di partenza accompagnato da nove Aermacchi MB-339 Pan delle Frecce Tricolori.

Ma ci sono anche altri aerei Ita dedicati alle leggende delle corse su pista. Per esempio l’A330 Tazio Nuvolari, il primo e forse più grande pilota italiano. Ma anche l’A319 Alberto Ascari e Michele Alboreto e tutti in livrea azzurra, a sancire un legame forte tra ali e quattro ruote. “La partnership tra il circuito di Monza, il Gran Premio d’Italia e la compagnia di bandiera è un fatto naturale”, ha dichiarato Alfredo Altavilla, presidente esecutivo di Ita Airways. “A maggior ragione per il centenario del circuito che, come Ita Airways, è ambasciatore nel mondo del nostro Paese. È la prima volta che la compagnia è presente al Gran Premio d’Italia e oggi, rafforziamo il connubio tra Ita Airways e lo sport. Dopo gli aerei intitolati a diversi sportivi, ecco quelli dedicati a quattro figure che hanno scritto la storia dell’automobilismo italiano, con l’esclusivo aereo intitolato ad Enzo Ferrari che farà il suo primo volo nel momento clou del Gran Premio sfrecciando in alto dopo l’inno nazionale”.

Sull’iniziativa per celebrare il mito di Ferrari e della sua scuderia è intervenuto anche il presidente dell’Automobile Club d’Italia (Aci) Angelo Sticchi Damiani: “Nuvolari, Ascari e Alboreto hanno fatto volare e incontrare generazioni di appassionati e tifosi del motorsport di ogni parte del mondo”, ha detto. “Ed è proprio questo gemellaggio ideale tra emozioni, quelle dell’automobilismo sportivo e quelle del volo, l’idea alla base di questa importante partnership tra Aci e Ita Airways. Il mito Ferrari vola sul circuito nazionale di Monza per il suo esordio, l’augurio di un futuro sempre più luminoso e fortunato per tutti noi”.

Commentando il passaggio del velivolo, la stessa Ita ha sottolineato “l’emozionante e celebrativo passaggio del nuovo Airbus A350 livrea azzurra di Ita Airways dedicato al mito Enzo Ferrari, avvenuto a Monza al Gran Premio d’Italia, un volo che ha fatto sognare sulle note dell’inno di Mameli, cantata in modo sublime da Andrea Bocelli, e che ha fatto da apripista al passaggio delle Frecce Tricolori. Un momento unico che ha visto per la prima volta Ita Airways volare con le Frecce Tricolori. Il primo volo dell’Airbus A350 dedicato al mito Ferrari ha volato su Monza alimentato da carburante SAF, il miglior carburante sostenibile contenente il 20% di componente biogenica”.

Condividi tramite