Il 4 ottobre 2023 alle 10 presso l’Aula dei Gruppi parlamentari della Camera dei Deputati, Elisabetta Belloni (direttore generale del Dis) riceverà il Premio Francesco Cossiga per l’Intelligence. Aprirà i lavori il deputato Federico Mollicone, seguiranno i saluti del presidente e del vicepresidente della Socint, Mario Caligiuri e Giuseppe Cossiga, la relazione di Gianni Letta e le conclusioni della premiata, Elisabetta Belloni. Coordina i lavori Giorgio Rutelli. Qui le istruzioni per partecipare

Sarà Elisabetta Belloni, direttrice del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (Dis) e segretario generale della Farnesina dal 2016 al 2021, a ricevere il 4 ottobre 2023 alle 10 presso l’Aula dei Gruppi parlamentari della Camera dei Deputati (Via di Campo Marzio 78, Roma) la quarta edizione del Premio Francesco Cossiga per l’Intelligence. Il Premio è promosso dal 2020 dalla Società Italiana di Intelligence (Socint) e viene assegnato ogni anno a personalità che si siano particolarmente distinte per diffondere la cultura dell’Intelligence in Italia.

Aprirà i lavori il deputato Federico Mollicone, seguiranno i saluti del presidente e del vicepresidente della Socint, Mario Caligiuri e Giuseppe Cossiga, la relazione di Gianni Letta e le conclusioni della premiata, Elisabetta Belloni. Coordina i lavori Giorgio Rutelli, direttore di Formiche.net.

Per partecipare alla premiazione, è necessario mandare una mail di accredito a presidenza@socint.org con nome, cognome, data e luogo di nascita. Poiché si tratta della Camera dei Deputati, è richiesto un abbigliamento consono (giacca obbligatoria per gli uomini).

Le edizioni precedenti sono state assegnate a Carlo Mosca (2020), Paolo Savona (2021), ex ministro e oggi presidente della Consob e Franco Gabrielli (2022).

Nata il 1° settembre del 1958, Belloni è stata la prima donna a ricoprire il ruolo di segretario generale del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (dal 2016). Laureata in Scienze politiche alla Luiss, ha iniziato la carriera diplomatica nel 1985, arrivando a ricoprire importanti incarichi nelle ambasciate italiane. Dal 2004 al 2008 ha diretto l’Unità di Crisi del ministero degli Esteri, nel 2015 è stata Capo di Gabinetto dell’allora ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

Condividi tramite