Reti e sicurezza nazionale. Cosa possono fare le software house secondo il prof. Monti

Ecco cosa hanno in comune le azioni di spionaggio antiamericano attribuite alla Cina e la morte, in Germania, di una donna che non avrebbe ricevuto cure tempestive perché l’ospedale tedesco nel quale doveva essere ricoverata era paralizzato da un attacco ransomware? L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di diritto dell’ordine e sicurezza pubblica, università di Chieti-Pescara

Il caso Zhenhua e il rischio per l’ecosistema della data-economy

La raccolta di informazioni e la profilazione delle persone sono attività ampiamente praticate ovunque nel mondo. Ma, in Italia, una antica norma del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza vieta attività di questo genere. A rischio l’open source intelligence e il data-brokerage? L’analisi del prof. Monti

C’è chi dice no. L’opinione del prof. Monti sulla rete unica

Riceviamo e pubblichiamo l’analisi del prof. Monti (Università di Chieti-Pescara) secondo cui la protezione dei dati personali potrebbe essere il bug che blocca la costruzione della rete unica. Nel mirino del docente la presenza nell’azionariato della newco di un fondo americano

La presidenza del Consiglio ha bisogno degli executive order? La risposta del prof. Monti

Prima la gestione della pandemia poi il decreto Huawei hanno evidenziato un nuovo ruolo per i Dpcm. Ha senso, in una Repubblica parlamentare come l’Italia? L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’Ordine e della sicurezza pubblica all’Università di Chieti-Pescara

Il Dpcm Tim-Huawei e il superamento del nodo Cina. L’opinione del prof. Monti

La presidenza del Consiglio individua le condizioni per l’uso della tecnologia Huawei per la rete 5G italiana. L’analisi di Andrea Monti – professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica – università di Chieti-Pescara

Il Giappone vuole entrare nel club buono dell’intelligence ma... L’opinione di Monti

Si moltiplicano i segnali che lasciano intendere un incremento delle relazioni fra Five Eyes e Giappone in funzione anticinese, ma l’eredità storica della Seconda guerra mondiale. le complessità geopolitiche e quelle economiche dell’Estremo Oriente non rendono facile una scelta del genere. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica all’Università di Chieti-Pescara

Il governo rende pubblici gli atti del Cts Covid-19. Dovere, obbligo o contenimento dei danni? L'analisi di Monti

Il Tar del Lazio impone al governo di rendere pubblici i verbali del comitato tecnico scientifico Covid-19, ma il governo impugna la sentenza, lascia intendere che la trasparenza non è un “dovere” ma un “obbligo”, e infine cede, evitando la decisione del Consiglio di Stato sul valore dei Dpcm. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica, università di Chieti-Pescara

Dallo stato di emergenza allo stato di eccezione. L'analisi del prof. Monti

La “proroga” dello stato di emergenza in Italia, discutibile nella forma e nella sostanza, dimostra quanto il rule of law sia stato svuotato di ruolo e significato. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica – Università di Chieti-Pescara

cina

Usa, Cina e lo Stato di diritto. Pericoloso strumentalizzare il rule of law. L'analisi del prof. Monti

L’arresto negli Stati Uniti di tre ricercatori cinesi accusati di avere taciuto i loro rapporti con il governo cinese mette in crisi il rule of law. Sacrificare questo principio sull’altare della realpolitik è un errore. L’articolo di Andrea Monti, professore incaricato di diritto dell’Ordine e della sicurezza pubblica nell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara

Covid-19, le questioni irrisolte dello stato di emergenza

In attesa del riacutizzarsi della pandemia, le istituzioni provano ad organizzarsi per tempo. Ma le ferite provocate dalla gestione della pandemia sono tutt’altro che guarite, e rischiano di infettarsi di nuovo. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica – Università di Chieti-Pescara