Il Giappone vuole entrare nel club buono dell’intelligence ma... L’opinione di Monti

Si moltiplicano i segnali che lasciano intendere un incremento delle relazioni fra Five Eyes e Giappone in funzione anticinese, ma l’eredità storica della Seconda guerra mondiale. le complessità geopolitiche e quelle economiche dell’Estremo Oriente non rendono facile una scelta del genere. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica all’Università di Chieti-Pescara

Il governo rende pubblici gli atti del Cts Covid-19. Dovere, obbligo o contenimento dei danni? L'analisi di Monti

Il Tar del Lazio impone al governo di rendere pubblici i verbali del comitato tecnico scientifico Covid-19, ma il governo impugna la sentenza, lascia intendere che la trasparenza non è un “dovere” ma un “obbligo”, e infine cede, evitando la decisione del Consiglio di Stato sul valore dei Dpcm. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica, università di Chieti-Pescara

Dallo stato di emergenza allo stato di eccezione. L'analisi del prof. Monti

La “proroga” dello stato di emergenza in Italia, discutibile nella forma e nella sostanza, dimostra quanto il rule of law sia stato svuotato di ruolo e significato. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica – Università di Chieti-Pescara

cina

Usa, Cina e lo Stato di diritto. Pericoloso strumentalizzare il rule of law. L'analisi del prof. Monti

L’arresto negli Stati Uniti di tre ricercatori cinesi accusati di avere taciuto i loro rapporti con il governo cinese mette in crisi il rule of law. Sacrificare questo principio sull’altare della realpolitik è un errore. L’articolo di Andrea Monti, professore incaricato di diritto dell’Ordine e della sicurezza pubblica nell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara

Covid-19, le questioni irrisolte dello stato di emergenza

In attesa del riacutizzarsi della pandemia, le istituzioni provano ad organizzarsi per tempo. Ma le ferite provocate dalla gestione della pandemia sono tutt’altro che guarite, e rischiano di infettarsi di nuovo. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica – Università di Chieti-Pescara

Huawei, Tim e la sicurezza nazionale. L'opinione del prof. Monti

L’esclusione di Huawei dalla gara per la costruzione della nuova rete core di Tim sarebbe motivata da scelte di mercato e non da questioni politiche. Ma quale che sia la (vera) ragione, è un fatto preoccupante. L’opinione di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’Ordine e della sicurezza pubblica dell’Università di Chieti-Pescara

La propaganda sul 5G e l'urgenza che l'Italia scelga da che parte stare

L’Inghilterra si conferma come testa di ponte della politica estera americana in Europa e segue gli Usa nel bando di Huawei. La Francia adotta restrizioni parziali, ma l’Italia come sempre non decide e si perde nel perimetro di sicurezza cibernetica. L’analisi di Andrea Monti, professore incaricato di Diritto dell’ordine e della sicurezza pubblica all’Università di Chieti-Pescara

Tso e restrizioni alle libertà. Uno strappo sulla pubblica sicurezza? Il commento di Monti

Di Andrea Monti

Con la proposta di estendere il Tso ai contagiati da coronavirus continua il processo di sottrazione dei poteri governativi sulla pubblica sicurezza e sulla libertà personale. È urgente una riforma di sistema. Il commento di Andrea Monti, professore di Diritto dell’Ordine e della sicurezza pubblica all’Università di Chieti-Pescara