Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

Intervista a Parisi: rush finale a pochi metri dall'arrivo

Domenica i cittadini milanesi sceglieranno chi, tra Parisi e Sala, amministrerà Milano nei prossimi cinque anni. Al di là del risultato elettorale, il testa a testa del primo turno tra i due candidati ha rivelato come la “corsa” elettorale sia stata assolutamente non scontata, a partire dalla sorprendente rimonta di Stefano Parisi. Ecco a voi una stimolante chiaccherata avuta con…

Perché i milanesi dovrebbero votare Parisi? Parla Albertini

Con le amministrative di Milano ormai alle porte, è decisamente interessante godere del punto di vista di chi questa campagna elettorale la sta vivendo sulla propria pelle, con uno sguardo intelligente e mai banale, al di là delle idee politiche: Gabriele Albertini. Buongiorno Gabriele, si sta per tagliare un traguardo, quello del responso delle urne, che aprirà la strada ad…

Quale futuro per Milano? Parla Albertini

Le elezioni amministrative di Milano sono ormai imminenti e i due candidati del centrodestra e del centrosinistra sono di fatto interscambiabili, con esperienze molto simili alle spalle. Cosa contraddistingue Stefano Parisi da Giuseppe Sala? Naturalmente parlo per conoscenza di Parisi e per non conoscenza di Sala. Posso certamente dire che, sia da un punto di vista personale che lavorativo, a…

Italia e Grecia a confronto: una nuova idea di destra stoica

“Chi dice il vero prima o poi verrà colto in flagrante”. Lo sapeva bene Oscar Wilde, lo sanno meno i nostri eurocrati o, ancor di più, la nostra classe dirigente che il falso non avrebbe rieccheggiato per l'eternità che, prima o poi, sarebbe stato scoperchiato. Tutti gli annunci prima o poi vengono al pettine! “Essere scemi ed avere un lavoro…

Se questo è un Paese

  L’Italia è sempre stato un Paese dalle forti contraddizioni, cinico, amante dell’ipocrisia, dalla memoria corta. Il Paese del tutto fila liscio, per ritrovarsi un istante dopo sull’orlo del baratro. Orbene, i fatti degli ultimi giorni, in merito agli scandali di corruzione, hanno destato scalpore, soprattutto a causa della forte influenza mediatica. Tuttavia, se leggiamo la storia recente, notiamo che…

Come difendere la privacy nell’era dell’Information Technology

Quotidianamente milioni di persone usano internet per controllare email, accedere ai social network, o leggere notizie. Spesso le  ricerche potrebbero contenere informazioni personali, come lo stato della nostra salute, interessi, nonchè le posizioni di viaggio. Tuttavia molte persone vorrebbero mantenere private queste informazioni o non lasciare traccia delle loro ricerche. "Nessuno capisce l'impatto a lungo termine di questa raccolta di…

L'Europa di domani

  Manca poco più di un mese al grande appuntamento con le elezioni europee ed il vento euroscettico, soprattutto in Italia, inizia a tirare sempre più forte. Grillo ha lanciato il suo pseudo spettacolo, “Te la do io l’Europa”, tentando di dimostrare l’inutilità dell’euro. La lega, con Matteo Salvini, continua imperterrita a propinare l’uscita dalla moneta unica come unica panacea…

L’abulia giovanile, roccaforte delle plutocrazie

Ci sono articoli che lasciano l’amaro in bocca, vuoto nell’istante in cui li leggi, rassegnazione dinanzi a ciò che sta accadendo. La storia di una ragazza, che ha lanciato il cuore oltre gli ostacoli, raccontando la sua storia, raccogliendo in una lettera gli umori di tanti che, come lei, stanno assistendo alla grande recessione. Una decadenza morale dell’individuo ed uno…

Una nuova idea di Europa

Status quo e persistenti conflitti - sia di carattere culturale che economico - sono i due elementi che caratterizzano sempre più la vita nella società post-industriale e post-democratica (Colin Crouch), dell’”Unione Europea”. Infatti, le differenti prese di posizioni in merito alle strategie di politica economica stanno acuendo il conflitto all’interno degli stati nazionali e dell’Unione Europea. La strategia di politica…

Tempus fugit... la crisi no!

La rincorsa verso la ripresa è svanita. L’Ocse ha frenato le speranze dell'economia italiana, confermando la stima di una contrazione del Pil dell'1,8% nel 2013. L’Italia è l'unico Paese tra i membri del G7 ad avere un PIL negativo nell’anno in corso. Situazione delicata nell’ Eurozona che rimane "vulnerabile alle rinnovate tensioni finanziarie, bancarie e sul debito sovrano", spiega Gurria,…

×

Iscriviti alla newsletter