Elezioni in Russia, tra candidati, censura web e osservatori mancanti