Sudan, chi c’è dietro al colpo di Stato (e la reazione degli Usa)