Matteo Salvini legge Carofiglio prima dell’incontro con Luigi Di Maio. Le foto

“Vado al Quirinale? No. Non ho niente da dire, portate pazienza. Fatemi andare”. Le parole di Matteo Salvini sono state queste appena giunto a Fiumicino, dopo essere stato accolto dai giornalisti, che hanno subito colto un particolare. Ovvero il libro di Gianrico Carofiglio, scrittore barese, Le tre del mattino, edito da Einaudi, sotto il braccio.

Alla domanda “Allora incontra Di Maio?” ha risposto in maniera scherzosa: “Questa domanda mi sembra il titolo di un film dell’orrore”.

Ma il leader del Carroccio e il leader dei Cinque Stelle si sono effettivamente incontrati questo pomeriggio a Montecitorio per definire le possibili intese per la partenza del governo gialloverde. Nodo da sciogliere Paolo Savona, bocciato dal Quirinale domenica scorsa come candidato all’Economia, e quindi di fatto l’intera lista dei ministri è da definire. Ma è da vedere anche se nei nuovi equilibri rientrerà una partecipazione attiva di Fratelli d’Italia all’interno della maggioranza.

(Foto: Imagoeconomica-riproduzione riservata)

 

ultima modifica: 2018-05-31T16:07:19+00:00 da Francesca Scaringella