Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

L’Indipendenza! di Alemanno e Rizzo vista da Pizzi. Tutte le foto

1 / 37
Marco Rizzo
4 / 37
Massimo Arlechino e Gianni Alemanno
6 / 37
Gianni Alemanno
7 / 37
Gianni Alemanno
8 / 37
Gianni Alemanno
9 / 37
Gianni Alemanno
10 / 37
Gianni Alemanno
11 / 37
Massimo Arlechino
14 / 37
Gianni Alemanno e Francesco Borgonovo
15 / 37
Gianni Alemanno e Francesco Borgonovo
16 / 37
Cateno De Luca
17 / 37
Gianni Alemanno
18 / 37
Gianni Alemanno e Marcello Taglialatela
19 / 37
Gianni Alemanno
20 / 37
Gianni Alemanno e Hanna Samir Hanania
21 / 37
Marco Rizzo
22 / 37
Marco Rizzo
23 / 37
Marco Rizzo e Gianni Alemanno
24 / 37
Marco Rizzo e Gianni Alemanno
25 / 37
Marco Rizzo e Gianni Alemanno
26 / 37
Gianni Alemanno
27 / 37
Marco Rizzo
28 / 37
Marco Rizzo e Hanna Samir Hanania
29 / 37
Gianni Alemanno e Hanna Samir Hanania
30 / 37
Gianni Alemanno e Hanna Samir Hanania
31 / 37
Gianni Alemanno e Hanna Samir Hanania
32 / 37
Marco Rizzo
33 / 37
Marco Rizzo
34 / 37
Marco Rizzo
35 / 37
Gianni Alemanno
36 / 37
Gianni Alemanno
37 / 37
Marco Rizzo

La carica dei rossobruni parte dall’hotel Midas. L’ex primo cittadino di Roma, Gianni Alemanno, ha annunciato la nascita di un nuovo movimento chiamato “Indipendenza!”. Durante un evento a Roma, Alemanno ha sottoscritto un accordo con l’ex comunista Marco Rizzo, che potrebbe portare il nuovo movimento a partecipare alle prossime elezioni europee.

Questa nuova formazione politica, riunisce diverse figure politiche, tra cui ex membri di Alleanza Nazionale come Fabio Granata e Marcello Taglialatela, l’ex membro di Casapound Simone Di Stefano, Massimo Arlechino, ex membro di Alleanza Nazionale e ideatore del simbolo del movimento. Tra gli altri aderenti ci sono anche Francesco Toscano del gruppo Democrazia sovrana e popolare e Cateno De Luca, sindaco di Taormina. Anche Vito Comencini, ex membro della Lega Veneta, ha promesso il suo sostegno alle battaglie “identitarie”.

Durante la seconda giornata, dedicata al conflitto in Israele e alla questione palestinese, il sindaco di Betlemme, Hanna Samir Hanania, ha preso parte al tavolo dei dibattiti. Hanania ha ricordato le vittime di Gaza, definendo l’“oppressore israeliano” responsabile della morte di 20.000 persone, tra cui molte donne e bambini. Le sue parole hanno scatenato applausi e il coro “Palestina Libera!” da parte del pubblico. Alemanno e i suoi ospiti hanno indossato la kefiah, un dono del politico palestinese. Anche Marco Rizzo ha sottolineato l’importanza di questa battaglia comune.

Alemanno ha sottolineato che, nonostante le divergenze con Rizzo, entrambi hanno espresso le stesse idee. Rizzo, da par suo, ha esposto il programma del movimento, che mira a un’Italia indipendente, fuori dalla Nato e dall’Ue, e libera dalla “dittatura” dell’euro

×

Iscriviti alla newsletter