Un nuovo ponte tra Italia e Usa. Le foto del Transatlantic Investment Committee

“Le banche italiane sono pronte a dare il loro contributo ai lavori del Tic, il Transatlantic Investment Committee, che può essere un foro importante per l’internalizzazione delle imprese”. A dichiararlo è Giovanni Sabatini, direttore generale dell’Abi, al convegno per il primo incontro di quello che sarà lo strumento per costruire una nuova area di competitività strategica tra l’Italia e gli Stati Uniti (membri fondatori: Associazione Amerigo, American Chamber of Commerce in Italy, Centro Studi Americani e Federmanager; sotto il patrocinio dell’ambasciata d’Italia a Washington e dell’ambasciata degli Stati Uniti a Roma).

“Il Transatlantic Investment Commitee, che abbiamo costituito insieme ad Associazione Amerigo, American Chamber of Commerce in Italy e Centro Studi Americani, – ha dichiarato il presidente di Federmanager e Cida, Stefano Cuzzilla – è una piattaforma strategica per raccordare le migliori competenze manageriali con l’obiettivo di favorire un proficuo dialogo transatlantico sui temi al centro dell’agenda mondiale: competitività industriale, transizione ecologica, innovazione e politiche di crescita che rispondano alle attuali emergenze. Siamo quindi orgogliosi di aver promosso questo primo meeting annuale per programmare le prossime linee di azione del TIC”.

Leggi qui il resto dell’articolo che racconta chi c’era e cosa è stato detto all’evento di lancio del Transatlantic Investment Committee

(Foto Imagoeconomica)

Condividi tramite