difesa nato

Più Nato con più Europa. La strategia italiana al Consiglio Ue spiegata dalla Trenta

La posizione italiana è chiara: sostegno e partecipazione a tutti i progetti di Bruxelles, a patto che non collidano con la Nato e che tengano in considerazione la sponda sud. Tra le righe, il messaggio a Macron: Roma è contraria a una difesa comune a traino franco-tedesco

difesa

In Europa è già corsa ai fondi per la Difesa. Noi ancora ai nastri di partenza

È nel pieno della negoziazione il Programma europeo di sviluppo dell’industria della Difesa (Edidp), del valore di 500 milioni di euro per il biennio 2019-2020. L’Italia, alle prese con la formazione del governo, deve essere pronta a far valere i propri interessi

pesco

Pesco, la difesa europea e i rischi per l'Italia dopo il voto

Con la guida di quattro progetti della cooperazione strutturale permanente, l’Italia può vantare un buon posizionamento ma il risultato elettorale rischia di comprometterlo. L’opinione di Paola Sartori, ricercatrice dello Iai

La difesa comune e gli interessi dell'industria italiana al Parlamento europeo (con Tajani)

A Bruxelles va in scena la prima partita sul programma di sviluppo industriale

La difesa europea, la (non) polemica sul Niger e l'incontro su Fincantieri-Stx

Il generale Claudio Graziano, capo di Stato maggiore della Difesa, e il generale Michail Kostarakos, chairman del Comitato militare dell’Unione europea si sono ritrovati ieri a Roma per fare il punto sull’andamento della difesa comune europea