I lobbisti "raffreddati"