Soro

Garante Privacy, LulzSec rivendica l'hackeraggio ma l'Autorità minimizza

Dopo l’offensiva contro 30mila mail degli avvocati romani realizzata da Anonymous Italia, il collettivo hacker LulzSecITA ha rivendicato un attacco al sito dell’Autorità per la protezione dei dati personali. Ma il Garante replica: Dati già pubblici

Perché gli hacker di LulzSec hanno violato il Miur (e messo online oltre 26mila dati personali)

L’annuncio degli hacktivisti contiene una critica alla Buona scuola e, in particolare, all’alternanza Scuola-Lavoro. Ecco il messaggio