Perché Giletti e Scalfari sono finiti nel rapporto del Dipartimento di Stato sui diritti umani