Così Virginia Raggi e Flavia Marzano studiano un registro dei lobbisti in Campidoglio