A Firenze la prima tappa dell'Osservatorio "Orti". Programmi, obiettivi e report

Parte da Firenze il primo evento pubblico dell’Osservatorio sulle relazioni territorio-impresa (ORTI – www.osservatoriorti.com), l’incubatore itinerante di sviluppo delle relazioni virtuose fra imprese e territori di I-Com, l’Istituto per la Competitività guidato da Stefano da Empoli. L’evento, fissato per il prossimo 10 marzo, è intitolato “La Toscana che collabora. Imprese ed amministrazioni territoriali alleate per lo sviluppo e l’innovazione”, e si terrà presso il Salone Brunelleschi in Palagio di Parte Guelfa, Piazza di Parte Guelfa, dalle 16 alle 20.

I TEMI

Durante l’incontro a Firenze sarà presentato un report sull’economia toscana e sui rapporti tra imprese e territori. Scopo dello studio sarà fornire un outlook sulla capacità di attrazione degli investimenti, sul grado di innovazione dell’industria regionale e lo stato di reti e infrastrutture. Nel report I-Com saranno inoltre dedicati focus alle buone prassi di trasparenza e partecipazione di cittadini e imprese al processo decisionale, ai progetti di riqualificazione territoriale e alle esperienze di successo nei rapporti fra imprese e amministrazioni.

I PARTECIPANTI

Il dibattito coinvolgerà amministratori regionali e comunali, imprenditori e manager locali e nazionali, oltre che parlamentari e rappresentanti della società civile. Parteciperanno, tra gli altri, Massimiliano Atelli, magistrato, Brenda Barnini, sindaco di Empoli, Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze, Giovanni Bettarini, assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze, Matteo Biffoni, sindaco di Prato e presidente ANCI Toscana, Fabrizio Landi, presidente Fondazione Toscana Life Sciences e coordinatore Comitato Grandi Imprese Città Metropolitana di Firenze, Alberto Massera, professore di Diritto Amministrativo Università di Pisa, Massimo Messeri, Presidente Nuovo Pignone e di Confindustria Firenze, Andrea Paci, professore di Economia e Gestione delle Imprese Università degli Studi di Firenze e Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca.

Il viaggio di Orti proseguirà a fine aprile a Bari, mentre l’ultima tappa toccherà una città del Nord del Paese ancora da individuare.

IL MANIFESTO

Nel convegno di lancio della seconda edizione dell’iniziativa, I-Com ha presentato il manifesto delle buone relazioni tra territorio e imprese, composto da 10 principi redatti al termine di un confronto che ha coinvolto amministratori locali, esperti e rappresentanti d’impresa, attraverso un percorso durato dodici mesi (leggi qui un estratto).

Un giudizio positivo verso l’iniziativa è giunto dal sindaco di Varese, Attilio Fontana: “Credo che mai come in questo periodo storico la collaborazione tra pubblico e privato sia fondamentale per il territorio e per la PA. Il punto decisivo è quello della partecipazione di cittadini e imprese: una buona opera senza cittadini e imprese non sarà accettata”, ha detto Varese in un’intervista pubblicata su Formiche.net.

IL PORTALE

Completa l’iniziativa di I-Com il portale ORTI (www.osservatoriorti.com) diviso in tre sezioni: Opinioni, uno spazio di confronto tra amministratori, manager e opinion leader con le interviste agli amministratori locali; Italia Si, una raccolta costantemente aggiornata di news provenienti da tutto il Paese su buone pratiche ed esempi virtuosi di interazioni fra territori e imprese; Italia No, una raccolta costantemente aggiornata di news capaci di mettere in luce le criticità del rapporto tra amministrazioni comunali-regionali ed imprese.

Condividi tramite