Tra Palazzo Chigi e le varie strutture ministeriali c’è un team di comunicatori che lavora per rendere le istituzioni sempre più presenti sui social network. Si chiama #PAsocial e si è costituito negli ultimi mesi con un obiettivo fondamentale: rendere queste piattaforme uno strumento in più attraverso il quale offrire servizi ai cittadini e comunicare con loro.

I MEMBRI DEL TEAM

Della squadra fanno parte numerosi comunicatori e addetti stampa operanti in posizioni diverse all’interno del governo. L’ispiratore dell’iniziativa è Francesco Di Costanzo, portavoce e responsabile della comunicazione web di Italiasicura, l’unità di Palazzo Chigi che si occupa di dissesto idrogeologico, in passato al ministero delle Infrastrutture con l’attuale direttore de L’Unità Erasmo D’Angelis. E’ poi da segnalare il nome di Francesco Nicodemo, ex responsabile della comunicazione del Pd oggi alla presidenza del Consiglio al fianco di Filipppo Sensi, in qualità di consigliere per la comunicazione di Matteo Renzi. Dalla Presidenza arrivano anche Roberta Maggio, che svolge il ruolo di coordinatrice della comunicazione online di Palazzo Chigi e Marco Bani, capo della segretaria tecnica dell’Agid, l’Agenzia per l’Italia digitale. E poi, ancora, i capi ufficio stampa di alcuni ministeri come Alessandra Migliozzi dell’Istruzione, Caterina Perniconi dell’Agricoltura, Mattia Morandi dei Beni culturali, Luisa Gabbi delle Infrastrutture e Serena Laudisa della Funzione pubblica. In squadra anche il dirigente del ministero del’Economia e delle Finanze Marco Laudonio, il social media manager dei Beni Culturali Giuseppe Ariano e dell’Agricoltura Alessia Freda, Michele Ciervo e Maria Grazia Loreto della redazione web del ministero dell’Interno, Letizia Santangelo della Farnesina e altri tra comunicatori dei ministeri e delle pubbliche amministrazioni.

I PROSSIMI PROGETTI

L’appuntamento che ha tenuto a battesimo il gruppo di lavoro è rappresentato dagli Stati generali della nuova comunicazione pubblica che si sono svolti lo scorso novembre a Palazzo Chigi. Da allora c’è stata una serie di iniziative per spiegare quanto i social network incidano sul modo di comunicare anche di enti ed istituzioni pubbliche ed svilupparne la presenza su queste piattaforme. Da questo punto di vista, un esempio è rappresentato dai comuni e dalle società municipalizzate che in alcuni casi in Italia hanno cominciato a comunicare con i cittadini direttamente su whatsapp. I membri del team lavorano affinché lo stesso avvenga anche per altre amministrazioni e  per sviluppare la nuova comunicazione pubblica sia a livello centrale che sui territori.  Per questo lo scorso aprile i componenti della squadra #PAsocial hanno organizzato, insieme alla Regione Abruzzo, un incontro a Pescara a cui è intervenuto anche il presidente Luciano D’Alfonso. Un vero e proprio tour nelle regioni italiane, che nelle prossime settimane proseguirà in Sicilia, Campania e Friuli.

IL CONTRIBUTO DEI GIGANTI DEL WEB

Un’iniziativa alla quale stanno contribuendo anche i grandi social network, soprattutto in termini di formazione e informazione. Il progetto del team è di servirsi di tutte le principali piattaforme esistenti – Facebook, Twitter, Instagram, Whatsapp, Linkedin, Telegram – per far sì che la comunicazione social di istituzioni ed enti pubblici avvenga a trecentosessanta gradi e sia la più completa possibile. In questo percorso di collaborazione si sono già svolti tre appuntamenti con i big del settore. I membri del team hanno incontrato la responsabile delle relazioni istituzionali di Facebook in Italia Laura Bononcini, la responsabile media partnership di Twitter Italia Livia Iacolare e il public policy manager di Google Italia Diego Ciulli.

 

Condividi tramite