Chi è Valerie Plame, l’ex agente Cia in corsa per il Congresso. Ecco lo spot da film

Chi è Valerie Plame, l’ex agente Cia in corsa per il Congresso. Ecco lo spot da film
Valerie Plame annuncia la sua candidatura con un video alla “Fast and furious”. Lo spot è degno di una produzione di Hollywood (e della campagna elettorale americana)

La vita di Valerie Plame, ex agente della Cia, sembra un film. Protagonista di una storia di spionaggio e tradimento, la sua identità è stata svelata dal governo americano nel 2003, a seguito delle accuse del marito contro i falsi argomenti della Casa Bianca per invadere l’Iraq. Ora che ha deciso di correre nelle elezioni del 2020 per la Camera dei Rappresentanti, sfrutta la sua storia per la campagna elettorale.

Lo spot per annunciare la scesa in campo è degno di una produzione di Hollywood. Al volante di una macchina Chevrolet Camaro, con occhiali da sole, Plame interpreta un’agente in servizio che conduce (in retromarcia) nel deserto di Nuovo Messico, stato dove vive da anni. Le riprese sono degne dei film “Fast and furious”.

Figlia di immigrati ebrei dell’Ucraina, il padre di Plame era colonnello delle Forze Aeree e la sorella soldatessa americana in Vietnam. “Ero un agente sotto copertura della Cia – ricorda Plame nello spot -. Il mio obiettivo era evitare che terroristi e Stati ribelli avessero accesso ad armi nucleari […] Ma sono stata tradita dal mio governo”. Iraq, Iran, Siria, Pakistan e Corea del Nord sono alcuni dei Paesi dove è stata operativa.

La Casa Bianca svelò l’identità di Plame dopo che il marito, ex diplomatico, criticò le azioni del governo Bush nella guerra in Iraq. Secondo lei, si è trattato di una “vendetta” orchestrata da Scooter Libby, capo del gabinetto del vicepresidente Dick Cheney. Secondo l’American Bar Association, è stata aperta un’indagine sul caso, e Libby è stato dichiarato colpevole.

L’ex agente della Cia ha pubblicato un libro con la sua storia: “Gioco pulito. Come un’importante agente della Cia è stata tradita dal suo governo”. Il libro ha ispirato il film “Fair Game” con Naomi Watts e Sean Penn.

Plame si presenterà alle elezioni legislative con il Partito Democratico per il terzo distretto del Nuovo Messico. Il suo principale rivale politico sarà Ben Ray Luján, che occupa l’incarico dal 2009 ed è uno dei membri della Camera Bassa più vicini alla presidente Nancy Pelosi.

Il programma dell’ex agente della Cia ha come priorità la sicurezza nazionale, il sistema sanitario e i diritti delle donne. “Abbiamo bisogno di dare una svolta al nostro Paese”, dice Plame nello spot. E avverte: “Signor presidente, ancora ho pallottole in canna”.

ultima modifica: 2019-09-11T12:48:45+00:00 da Rossana Miranda

 

 

 

 

 

 

 

Chi ha letto questo articolo ha letto anche: