Stasera consiglio dei ministri a sorpresa. L’ipotesi è di cedere l’autorità delegata all’intelligence al suo consigliere diplomatico Pietro Benassi

Giuseppe Conte ha convocato un consiglio dei ministri a sorpresa per stasera alle 22. Secondo l’Ansa si deciderà il nome per l’autorità delegata per l’intelligence, una delle richieste principali di Matteo Renzi ma sottovoce sottoscritta anche dagli altri partiti della maggioranza. In questo momento il nome super-favorito è quello dell’ambasciatore Pietro Benassi, consigliere diplomatico del Presidente del Consiglio.

Un nome autorevole su cui anche l’opposizione non avrebbe riserve. Consigliere diplomatico del premier, Benassi vanta una lunga carriera da feluca. È stato ambasciatore d’Italia a Tunisi e, dal 2014 al 2018, a Berlino.

Personalità stimata alla Farnesina, ha seguito in prima persona tutti gli appuntamenti-chiave della politica estera del governo Conte uno e Conte bis e ha preparato come Sherpa la presidenza italiana del G20 e della Cop26 nel 2021, incarico di cui ha scritto in un recente intervento sul numero di novembre di Formiche.

Benassi vanta un background ampio di relazioni. Non solo con la Germania, ma anche con gli Stati Uniti. Negli anni ha in particolare tenuto vivo il dialogo con il National Security Council americano nel ruolo di “National Security Advisor” del governo italiano. Un curriculum che sicuramente faciliterà i rapporti con la Cia, a capo della quale il presidente Joe Biden ha nominato proprio un diplomatico, William Burns.

Ma il consigliere di Conte ha anche un rapporto consolidato e cordiale con i vertici delle agenzie di intelligence italiane, dal direttore generale del Dis Gennaro Vecchione ai direttori di Aise e Aisi.

Se Conte riuscirà a far passare questa nomina, sarà anche un segnale sulla tenuta del governo e sulle prospettive di un Conte-ter.

Condividi tramite