Nuovi sistemi di super-calcolo per potenziare la digitalizzazione dello spazio nella partnership tra Thales Alenia Space, (joint venture Thales-Leonardo) e Microsoft. Insieme, testeranno sulla Stazione spaziale internazionale capacità di raccolta e analisi dei dati all’avanguardia per potenziare le capacità di osservazione della Terra a beneficio della sostenibilità del nostro pianeta

Raccogliere ed elaborare i dati satellitari di osservazione della Terra più velocemente e direttamente in orbita. È questo il cuore della collaborazione strategica stretta da Thales Alenia Space, joint venture franco-italiana tra Thales (67%) e Leonardo (33%), e Microsoft. La partnership mira a esplorare le nuove potenzialità nell’ambito della Space edge computing (Sec), nei sistemi di Intelligenza artificiale per l’Osservazione dello spazio (DeeperVision) e nei segmenti di Terra digitali. Per Hervé Derrey, ceo di Thales Alenia Space, “Thales Alenia Space e Microsoft spingono ancora più lontano la loro visione di un mondo in cui lo spazio e il digitale diventano un tutt’uno, compresa l’elaborazione dei dati climatici in orbita per proteggere meglio il nostro pianeta”.

Nuovi strumenti per l’osservazione della Terra

La società lavorerà insieme a Microsoft Research in particolare sul telerilevamento, la computer vision e la scienza del clima per dimostrare il potenziale di calcolo in orbita di prossima generazione per l’osservazione della Terra. Questa capacità di calcolo nello spazio consentirà una raccolta dati più veloce, informazioni di osservazione della Terra puntuali immediatamente applicabili per la sorveglianza, la comprensione e la protezione del nostro pianeta. In particolare, la joint venture dispiegherà un potente calcolatore, un framework applicativo e sensori di osservazione della Terra ad alte prestazioni per sbloccare nuove applicazioni di elaborazione dei dati climatici in orbita a beneficio della sostenibilità del nostro pianeta.

Computer all’avanguardia sulla Iss

Per fornire una connettività avanzata e capacità di analisi e calcolo potenziate nello spazio, Thales Alenia Space e Microsoft prevedono di testare il sistema Space edge computing a bordo della Stazione spaziale internazionale (Iss) nel 2023. Come spiegato da Tom Keane, corporate vice president Mission engineering Azure di Microsoft, “stiamo portando avanti un altro step insieme a Thales Alenia Space, dimostrando la capacità di calcolo in orbita nel Microsoft Cloud. In questo modo si offrono immediate applicazioni pratiche per la ricerca sul cambiamento climatico e si aprono le porte a opportunità che si estendono ben oltre lo spazio”.

Il payload sarà in esecuzione sulla piattaforma Azure a bordo della Iss. Thales Alenia Space in Spagna sarà responsabile dello sviluppo del payload e della consegna alla Stazione spaziale, mentre Microsoft sarà responsabile dell’architettura del software in orbita e del relativo kit di sviluppo. Il banco di prova in orbita includerà l’hardware di calcolo di bordo sviluppato da Thales Alenia Space in Spagna, così come i sistemi di sensori per la raccolta dei dati. Questa dimostrazione permetterà agli sviluppatori di applicazioni di sviluppare e dispiegare facilmente applicazioni di elaborazione dei dati di osservazione della Terra in un ambiente funzionale reale, dove il mondo dello spazio e quello del cloud si incontrano.

La cooperazione sull’intelligenza artificiale

Le due aziende rafforzeranno anche la cooperazione iniziata nell’aprile 2021 sugli strumenti di intelligenza artificiale per l’osservazione dello spazio con l’integrazione di DeeperVision, un software di analisi dei dati di osservazione della Terra di Thales Alenia Space, in Azure Orbital Microsoft. DeeperVision è un servizio digitale chiave per l’elaborazione di massa rapida e sistematica delle immagini di osservazione della Terra. I clienti saranno in grado di utilizzare tutte le funzionalità della soluzione DeeperVision per elaborare i flussi di dati e generare informazioni tempestive con le capacità cloud di Azure Orbital. Inoltre, DeeperVision è uno dei software destinati ad essere utilizzati a bordo della ISS con le capacità di Space Edge Computing. Thales Alenia Space intende rendere l’osservazione geo-spaziale più accessibile insieme a Microsoft, ponendo sul mercato strumenti di intelligenza artificiale per l’osservazione dello spazio (come DeeperVision) di più facile accesso a tutti gli sviluppatori.

Digitalizzazione del segmento terrestre

Infine, Thales Alenia Space mira ad accelerare il dispiegamento delle stazioni di terra e ad aumentare la portata della connettività insieme a Microsoft, progettando e portando sul mercato una proposta di servizio congiuntamente gestito per fornire un software virtualizzato del segmento di terra come modello di servizio.

Foto: Nasa

Condividi tramite