Skip to main content

DISPONIBILI GLI ULTIMI NUMERI DELLE NOSTRE RIVISTE.

 

ultima rivista formiche
ultima rivista airpress

Daniele Capezzone About Daniele Capezzone

Nato a Roma nel settembre 1972, Daniele Capezzone è deputato e membro della Commissione Finanze della Camera dei deputati, e ha contribuito a fondare il movimento Conservatori e Riformisti, insieme a Raffaele Fitto, chiedendo una chiara alternativa rispetto al Governo Renzi, e ponendo in discussione la scelta di Silvio Berlusconi e Forza Italia di sostenerlo attraverso il Patto del Nazareno. E' stato dal 2001 al 2006 segretario dei Radicali italiani. Dal giugno 2006 è stato Presidente della Commissione attività produttive della Camera dei Deputati, carica dalla quale si è dimesso nel dicembre 2007, in polemica con la scelta del Governo Prodi di aumentare la pressione fiscale. Alle successive elezioni politiche del 2008 non si è ricandidato. Dal maggio 2008 è stato portavoce prima di Forza Italia e poi del Pdl. E' stato rieletto alla Camera dei deputati nel febbraio 2013. Da Presidente della Commissione Finanze della Camera, ha promosso una storica riforma di Equitalia dalla parte dei contribuenti (impignorabilità della prima e della seconda casa, e impignorabilità dei beni aziendali) e il varo di una delega fiscale (che il Governo Renzi ha attuato solo in parte) caratterizzata da numerosi elementi liberali, pro-imprese e pro-contribuenti. Ha pubblicato cinque libri:
*nel 2003, “Uno shock radicale per il XXI secolo”, nel 2001, successivamente tradotto in inglese e presentato all’American Enterprise Institute di Washington;
*nel 2004, “Euroghost – Un fantasma s’aggira per l’Europa: l’Europa” (Rubbettino editore);
*nel 2009, “Democrazia istantanea – Velocità e decisione: quello che anche alla sinistra converrebbe imparare da Berlusconi” (Rubbettino editore);
*nel 2011, “Contro Assange, oltre Assange” (allegato a Il Giornale, e poi pubblicato online), *nel 2014, “Per la rivincita – Software liberale per tornare in partita” (pubblicato online), manuale programmatico per un centrodestra da rinnovare, esplicitando per la prima volta la proposta di choc fiscale (oltre 40 miliardi di tasse in meno, con corrispondenti tagli alla spesa pubblica, per rilanciare l’economia). Ha curato per anni la rassegna stampa domenicale di Radio Radicale e poi di Radio 24. In tutto il suo percorso politico, ha avuto tre punti fermi. In primo luogo l’atlantismo, la vicinanza agli Stati Uniti, alla Gran Bretagna, a Israele, e l’ancoraggio a una linea di politica estera filo-occidentale. Ne sono testimonianza i suoi libri, le conferenze tenute negli Stati Uniti, l’attenzione ai temi della promozione della libertà e della democrazia nel mondo, il legame del movimento Conservatori e Riformisti con i Conservatori inglesi. In secondo luogo il liberismo in economia, la propensione al mercato, la contrarietà all’intervento della mano pubblica, e la grande attenzione al mondo delle piccole e medie imprese, cui si è dedicato sia nella veste di Presidente di Commissione Attività produttive, promuovendo il primo tentativo legislativo di completa sburocratizzazione per l’apertura di nuove attività imprenditoriali, sia nella funzione di Presidente della Commissione Finanze, con una costante attività anti-tasse e pro-contribuenti. In terzo luogo, il tema delle libertà individuali, e quindi della laicità dello Stato rispetto ad ogni scelta individuale. Per Capezzone, da questo punto di vista (e il discorso vale sia in economia sia in materia di diritti civili), è centrale la questione dell’allargamento della sfera della decisione individuale e privata rispetto alla sfera della decisione pubblica e collettiva. Dall’aprile 2016, realizza e diffonde la newsletter quotidiana “Giuditta’s files”, dal nome della sua gattina British, ormai autentico personaggio sui social network, diffondendo ogni giorno opinioni e pillole liberali, con particolare focus su politica internazionale ed economia.
istat, Biotestamento, Daniele Capezzone, logge massoniche

Lo stato economico dell'Italia in un (triste) grafico Istat

Ma siamo davvero convinti che si possa andare avanti senza idee? Che il discorso pubblico italiano possa andare avanti come se fossimo in un carnevale permanente, anche fuori stagione? Non un perfido agente straniero, ma l'Istat, in un grafico contenuto nel primo capitolo del suo rapporto annuale reso noto ieri (foto qui sotto), mette a nudo la condizione dell'Italia lungo…

Ferruccio de Bortoli

Maria Elena Boschi, Ferruccio de Bortoli e la massoneria. Che cosa non capisco delle polemicuzze

Nella querelle Renzi-de Bortoli confesso un sentimento che va al di là degli argomenti portati dai due contendenti. Sul piano fattuale, è certamente più solida la posizione di de Bortoli, che ha semplicemente messo sul tavolo una notizia, sprovvista di rilevanza penale ma carica di rilevanza politica: l’agitarsi di un’autorevole ministra a proposito della banca gestita (anche) dal papà. Non…

istat, Biotestamento, Daniele Capezzone, logge massoniche

Legge elettorale, Beirut e Tripoli ogni giorno più vicine di Londra-Washington-Parigi

Va bene, si fa per dire: purtroppo siamo ormai assuefatti e mitridatizzati alla pochezza del dibattito politico, a cui fa da specchio la miseria della conversazione pubblica sui mainstream-media. Lo abbiamo detto molte volte: il guaio dei politici italiani (tranne eccezioni) è che parlano con i giornalisti italiani, e il simmetrico guaio dei giornalisti italiani (di nuovo: tranne eccezioni) è…

macron

Cosa penso del successo di Macron e della sconfitta di Le Pen

Una cosa positiva delle presidenziali francesi è che ieri sera sono finite. Una cosa negativa è che saranno seguite il mese prossimo dalle elezioni legislative. Una cosa ancora più negativa è che, qui in Italia, hanno offerto l’ennesimo palcoscenico provincial-condominiale ai “macronisti italiani” e ai “lepenisti italici”, gli uni e gli altri più dediti a fare il tifo in curva…

mercati, Theresa May, Brexit, Gran Bretagna

Elezioni Uk, consigli non richiesti ai miei amici Tories

Un'elezione è sempre un'elezione, e inevitabilmente porta con sé un'alea, un'incertezza, un'imponderabilità. Ciononostante, le urne inglesi dell'8 giugno prossimo possono rappresentare per i conservatori di Theresa May un'occasione più unica che rara di centrare tre obiettivi in un colpo solo. Primo: garantirsi una larga maggioranza parlamentare. Secondo: stracciare gli impresentabili laburisti di Corbyn (con i piedi nel Novecento e la…

Daniele Capezzone Taxi

Vi racconto la controinchiesta di Vittorio Pezzuto sul caso Marta Russo

Doppia doverosa premessa. La prima: Vittorio Pezzuto è un caro amico, ne ho a lungo condiviso l’impegno civile e politico, ne ho apprezzato l’opera giornalistica, e soprattutto ho ammirato quel vero capolavoro (non a caso, pluri-saccheggiato da presunti grandi raccontatori e narratori televisivi) che è stato il libro Applausi e sputi, la più documentata e straziante analisi della vicenda giudiziaria, politica…

istat, Biotestamento, Daniele Capezzone, logge massoniche

Biotestamento, ne parliamo a mente fredda?

Devo ringraziare una volta di più il direttore di Formiche.net che, nei giorni scorsi, ha pubblicato le ragioni del mio voto favorevole alla legge sul biotestamento. Non è questa la sede per ribadirle, o per approfondirle, o per rinfocolare polemiche politiche molto spesso superficiali e inadeguate. Di tutto questo, intervenendo alla Camera - nel dibattito - almeno una dozzina di…

biotestamento

Perché ho votato sì al biotestamento

Signora Presidente, Colleghe, Colleghi, nell'ambito delle scelte personali libere che il nostro movimento ha scelto e riconosciuto, com'è naturale su questioni di questo tipo, voterò a favore della legge. Ne vedo i limiti, le ambiguità, le zone grigie, che certamente - a questo punto - solleveranno conflitti e ricorsi presso la Corte Costituzionale e le Corti europee. Ne vedo l'appesantimento…

Bannon, siria, donald trump isis Corea

Come e perché Donald Trump sulla Siria sta facendo impazzire establishment e sovranisti

Nessuno sa davvero come finirà la vicenda siriana. Si sa solo una cosa: dobbiamo esserci persi (eravamo distratti noi, forse?) le manifestazioni contro Assad e il suo regime che saranno state sicuramente convocate da qualche parte - in questi anni - da parte dei pacifisti e pacifinti riemersi in questi giorni. Smetto di scherzare, perché - come si sa -…

istat, Biotestamento, Daniele Capezzone, logge massoniche

Chi cura l'infantilismo degli adulti?

Vi prego, lasciamo da parte le formulette care agli psicologi da talk-show: la sindrome di Peter Pan e altre cose del genere. Evitiamo di indorare la pillola, di cercare l’eufemismo e la litote, di sdrammatizzare e giustificare. Nell’Italia del 2017, c’è un autentico dramma - a me pare - rappresentato dall’infantilismo di troppi adulti: poi ciascuno decida se è un…

×

Iscriviti alla newsletter