Il federatore di Pd e M5S non sarà Conte. La versione di Pasquino