Licenziamenti, alla scoperta dell'acqua calda. Il commento di Cazzola