I 100 anni di Kirk Douglas raccontati da Umberto Pizzi. Foto d’archivio

Tratto distintivo: fossetta sul mento e un carattere forte e determinato. Compie oggi 100 anni Kirk Douglas, l’attore hollywoodiano nato il 9 dicembre del 1926 protagonista, tra i tanti film, del Spartacus firmato da Stanley Kubrik.

Kirk Douglas, chiamato Issur Danielovitch Demsky dai genitori, due immigrati russi, ha cambiato il suo nome per intraprendere la carriera di attore. Scelse Kirk, come un personaggio dei fumetti tra i suoi preferiti, e poi Douglas, in onore della sua insegnante di dizione all’Academy. La sua carriera cinematografica l’ha visto collaborare con molti giganti del grande schermo, da Billy Wilder (L’asso nella manica) a William Wyler (Pietà per i giusti), da Vincent Minnelli (Brama di vivere) a John Sturges (Sfida all’O.K. Corral), da Howard Hawks (Il grande cielo) a John Frankenheimer (Sette giorni a maggio) fino ad arrivare a Stanley Kubrick, con cui girò Orizzonti di gloria e il colossal Spartacus.

Nominato agli Oscar tre volte, non ha mai vinto se non nel 1996, quando venne premiato con una statuetta alla carriera.

Kirk Douglas è stato sposato due volte: la prima con l’attrice britannica Diana Dill, da cui ha avuto due figli, Michael e Joel, e da cui ha divorziato nel 1951. Ha sposato la seconda moglie, la produttrice Anne Buydens, nel 1954, da cui ha avuto altri due figli, Peter Vincent ed Erica, con cui è ancora sposato.

Oltre alla carriera cinematografica, sia come attore che come produttore, ha portato avanti molte iniziative di beneficenza attraverso la Douglas Foundation, un ente benefico impegnato nel campo dell’istruzione e della salute dei meno abbienti.

Ecco, allora, una selezione di foto d’archivio di Umberto Pizzi che ritraggono Kirk Douglas con un giovane Massimo Ranieri, con la seconda moglie Anne e con l’attrice Gina Lollobrigida, senza contare la capatina alla Taverna Flavia di Mimmo Cavicchia nel 1990 (qui le foto della Taverna Flavia, sempre di Umberto Pizzi, e qui il ricordo di Mimmo Cavicchia, morto il 28 novembre, firmato da Filippo Pepe).

(c) Umberto Pizzi – Riproduzione riservata

Condividi tramite

Guarda le altre gallery fotografiche