Addio a Ombretta Fumagalli Carulli, una vita tra politica e diritto. Le foto

È morta oggi Ombretta Fumagalli Carulli, dopo una lunga malattia. Era nata a Milano il 5 marzo 1944 (77 anni), è stata professore ordinario di diritto canonico ed ecclesiastico all’Università Cattolica, presidente dell’associazione Giuseppe Dossetti e membro della Pontificia Accademia per le scienze sociali. Deputata per tre legislatore, senatrice per una, è stata Sottosegretario alle Poste e telecomunicazioni nel governo Ciampi (1993-1994), alla presidenza del Consiglio nel Berlusconi I (1994-1995), agli Interni nel D’Alema II (1999-2000), alla Sanità nell’Amato II (2000-2001).

Fu la prima donna in cattedra a insegnare diritto canonico, prima donna eletta dal Parlamento nel Consiglio superiore della magistratura. Animatrice del premio Excellent, che consegnò a Giulio Andreotti e Julio Navarro-Valls.

Una carriera politica nel solco cristiano-democratico: prima Dc, poi Ccd, Rinnovamento Italiano (Dini), Margherita e infine Udc.

“Sono molto dispiaciuto per la scomparsa di Ombretta Fumagalli Carulli con cui ho condiviso un lungo cammino nella politica democratico-cristiana. Giurista di grande qualità, espressione profonda del cattolicesimo liberale, Ombretta è stata anche esponente di primo piano nei governi, svolgendo i suoi incarichi con intelligenza e senso dello Stato. Alla famiglia vorrei indirizzare i sensi del mio più profondo cordoglio”. Lo scrive in una nota Pier Ferdinando Casini.

[Foto Imagoeconomica]

Condividi tramite